facebook twitter rss

Classe prima dell’Agrario a Montegiorgio. L’allarme di Cesetti: «Ipotesi mancata attivazione da scongiurare»

IL CONSIGLIERE regionale del Pd, con una apposita interrogazione alla giunta regionale, lancia l’allarme sulla «possibilità che a partire dal nuovo anno scolastico l’Istituto Montani di Fermo perda la prima classe dell’indirizzo Agrario che ha sede a Montegiorgio»
Print Friendly, PDF & Email

Fabrizio Cesetti

«L’ipotesi della mancata attivazione della classe prima dell’indirizzo Agrario di Montegiorgio rischia di avviare l’intero corso verso un declino che comporterebbe pesanti conseguenze, sociali ed economiche, non solo per studenti e famiglie, ma anche per il tessuto economico fermano. Credo che la giunta regionale debba intervenire urgentemente nei confronti dell’Ufficio scolastico regionale, affinché tale ipotesi sia scongiurata a ogni costo». Così il consigliere regionale del Pd Fabrizio Cesetti, con una apposita interrogazione alla giunta regionale, lancia l’allarme sulla «possibilità che a partire dal nuovo anno scolastico l’Istituto Montani di Fermo perda la prima classe dell’indirizzo Agrario che ha sede a Montegiorgio».

«Sarebbe un colpo durissimo – spiega Cesetti – perché significherebbe l’inizio di un declino che inevitabilmente porterebbe alla scomparsa di un’offerta didattica e formativa unica e fondamentale per la nostra provincia, soprattutto in un momento in cui le nostre comunità sono costrette a misurarsi con le pesanti ripercussioni della crisi pandemica, del post sisma, ma anche e soprattutto con quelle della crisi economica ed energetica in atto che coinvolgono l’intero comparto agro-alimentare». L’indirizzo Agrario del Montani è l’unico presente nella provincia di Fermo e rappresenta una realtà consolidata da ormai 13 anni, contando circa 100 studenti.

«Una realtà – continua il consigliere dem – che ho fortemente voluto come presidente della Provincia di Fermo e che, nel corso degli anni, è stata oggetto di significativi investimenti per garantire a studenti e docenti una struttura moderna e all’altezza delle esigenze didattiche, dotata di tutte le attrezzature e i laboratori necessari. Investimenti che hanno sempre avuto un obiettivo chiarissimo: sostenere la formazione di tecnici in grado di affrontare le numerose sfide poste dalla rapida evoluzione del sistema agricolo e rurale, così rilevante per il fermano. Auspico davvero che questa consapevolezza non sia venuta meno con il centrodestra oggi al governo della Regione Marche, della Provincia di Fermo e del Comune di Montegiorgio, perché oltre a indebolire l’offerta scolastica del nostro territorio, la scomparsa dell’indirizzo Agrario creerebbe un danno economico anche a tante famiglie, che sarebbero costrette a far studiare i loro figli in sedi fuori provincia».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti