facebook twitter rss

Siva Virtus, quanta fatica contro il Bartoli Fossombrone

Match dai due volti. Inizio da incubo per i sangiorgesi che vengono fuori alla distanza, per la vittoria casalinga decisivo l'over time
Print Friendly, PDF & Email

siva-virtus-porto-san-giorgio

PORTO SAN GIORGIO – Sofferto esordio casalingo per la Siva Virtus, al Palasavelli, contro i pesaresi della Bartoli. I ragazzi di Ambrico vincono dopo un overtime, rimontando anche da -21, scalando la montagna al cospetto di un avversario tenace, ben organizzato, intenso e aggressivo che forse nel finale ha pagato un po’ di inesperienza.

IL TABELLINO

SIVA VIRTUS  PORTO SAN GIORGIO 73: Tombolini 19, Sagripanti 9, Spaccapaniccia 3, Belin 14, Tortolini 20, Alvear 6, Perini 2, Belleggia, Di Sabatino ne, Milanovic ne, Grossi ne, Riga ne. All. Ambrico

BARTOLI FOSSOMBRONE 70: Cicconi 10, Tadei 7, Mancinelli 8, Nobilini 2, Clementi 13, Barantani 7, Diamantini 12, Chiericozzi 5, Ceppetelli 2, Diana 4,  Benedetti ne, Toccaceli ne. All. Giordani.

PARZIALI: 9 – 18, 21 – 38, 44 – 53, 64 – 64, 73 – 70 al supplementare

ARBITRI: Abbassi e Fratalocchi

LA CRONACA

Nel primo quarto la compagine di casa inizia contratta e nervosa, accusando anche l’emozione del debutto casalingo nell’immenso Palas (buona cornice di pubblico, con oltre 250 presenze) e soprattutto subendo la pressione difensiva dei ragazzi di coach Giordani che giocano veloci e volano via facili in contropiede: il parziale di 9 – 18 per gli ospiti rispecchia fedelmente quello visto in campo.

Nella seconda frazione l’inerzia peggiora per i rossi locali, che proprio non riescono a mettere in atto i propri giochi di attacco risultando anche molli in difesa. Fossombrone vola via senza problemi arrivando fino al 16 – 37 con il match in pugno, solo parzialmente recuperato sulla sirena di meta’ gara con il punteggio che dice 21 – 38 per la Bartoli.

Al rientro dal riposo lungo cambiano gli sguardi dei ragazzi virtussini, c’e’ finalmente cattiveria e grinta e, piano piano, con difesa e soluzioni offensive organizzate, la Siva riesce a rosicchiare punto su punto, facendo leva su una maggiore forza fisica nell’area pitturata: il terzo parziale risulta così finalmente positivo con il 44 – 53.

L’ultimo quarto vive su un progressivo recupero dei virtussini, fino alla bomba da tre punti di Sagripanti che blocca il punteggio sul 62 – 62, con il successivo primo vantaggio assoluto dei sangiorgesi, frutto dei due liberi di Spaccapaniccia, pareggiati a -8″ dalla sirena da un tap – in di Cicconi per gli ospiti che porta la gara al supplementare.

L’overtime e’ solo per cuori forti. La Virtus va subito a + 4 con due magie di Tortolini ma dalla lunetta il Fossombrone non sbaglia e ritorna in parità sul 70 – 70; con 18″ secondi da giocare, i locali organizzano l’attacco decisivo ed è ancora un super Sagripanti a mettere la tripla della vittoria, con gli ospiti che non riescono a replicare nei gli ultimi 3″ secondi di gioco e, al suono della sirena, il tabellone luminoso si stoppa sul 73 – 70 per la Virtus, con gli applausi del caloroso pubblico locale.

Una partita tosta che i sangiorgesi hanno vinto con il cuore, mentre il Fossombrone ha forse buttato al vento una grande occasione per passare al Palasavelli.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X