facebook twitter rss

Ortenzi: “Pronti per
sfidare la Valdiceppo”

Il play - guardia, di ritorno dal presito a Civitanova in serie C, parla del salto di categoria e mette sotto ai riflettori il prossimo impegno di campionato
giovedì 6 ottobre 2016 - Ore 16:27
Print Friendly, PDF & Email

logo-poderosa

MONTEGRANARO – Una stagione in prestito a Civitanova Marche, in serie C Silver, e questa estate il ritorno all’ovile per Carlo Ortenzi, play-guardia classe 1996 maceratese di nascita ma veregrense di adozione cestistica, dopo aver trascorso le ultime stagioni tra Supernova e Poderosa.

Carlo, a Bisceglie una buona partenza poi il calo alla distanza. Cosa è successo?

“Sicuramente abbiamo pagato l’assenza di Bedetti. Eravamo un po’ corti ma non siamo riusciti a dare ognuno di noi quel qualcosa in più per sopperire alla mancanza di un uomo importante come lui”.

Com’è il salto dalla serie C di Civitanova alla serie B di Montegranaro?

“In realtà non ho mai interrotto del tutto i rapporti, qualche volta l’anno scorso mi allenavo qui per cui ho ritrovato anche gente che già conoscevo. Ora, però, mi trovo tutti i giorni ad affrontare un livello tecnico e atletico molto superiore a quello cui ero abituato l’anno scorso, nonostante Civitanova fosse una realtà di alto livello per la serie C Silver e l’ha dimostrato ancora nell’amichevole di ieri. Non è semplice assorbire il salto in tempi rapidi, ma ci sto provando. L’ambiente, dentro la Poderosa, è molto familiare per cui mi trovo molto bene, anche se diverse delle persone cui mi ero legato negli anni scorsi ora non ci sono più”.

Su quali aspetti stai cercando di lavorare per riuscire a stare in campo con sempre maggiore sicurezza anche a questo livello?

“Tutti! Mi rendo conto di avere tanto da lavorare sia a livello mentale che tecnico e di conoscenza del gioco. L’importante è avere sempre voglia di entrare in palestra e lavorare per superare le difficoltà”.

Domenica la sfida alla Sicoma Valdiceppo. Che partita sarà?

“Non la conosco molto a livello di singoli a parte Meccoli, con il quale ho giocato insieme ai tempi della Supernova. Sappiamo però che sono una squadra che può metterci in difficoltà con la corsa e l’aggressività. Noi dovremo essere bravi a ragionare e a far valere i nostri vantaggi fisici e tecnici che sono indubbi, almeno sulla carta”.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page

Caricamento..

Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X