facebook twitter rss

Malloni oltre gli infortuni,
sbancata l’Olimpia

Sensa Torresi e Cacace coach Domizioli per scardinare le resistenze di casa si affida al canestro last second di Romani ben servito da un Lovatti sopra le righe
domenica 9 ottobre 2016 - Ore 18:52
Print Friendly, PDF & Email

logo-psemalloni

MATERA – Serviva una prestazione maiuscola e così e stato.  La compagine elpidiense espugna il Pala Sassi e conquista un successo insperato alla vigilia, alla luce anche degli infortuni di Torresi e Cacace. In terra lucana è stata vera battaglia, con le due formazioni sempre a braccetto per tutti i 40 minuti. Nel finale concitato a dare la vittoria ai biancoazzurri è stato un canestro di Romani, dopo l’ennesimo assist di uno straripante Lovatti.

IL TABELLINO

OLIMPIA MATERA 86: Ba 3, Grande 11, Laudoni 14, Lestini 36, Cantagalli 6, Crotta 2, Zampolli 14, Ravazzani, Loperfido. Allenatore Miriello

MALLONI PORTO SANT’ELPIDIO 88: Piccone 2, Catakovic 12, Cernivani 15, Balilli, Lodico, Fiorito 9, Trovato, Lovatti 20, Romani 19, Brighi 11. Allenatorere Domizioli

PARZIALI: 28 – 27, 50 – 47, 69 – 68, 86 – 88

ARBITRI: Roca e Rodia di Avellino

NOTE: spettarori 500 circa

LA CRONACA

Attacchi più in palla delle difese ed il primo quarto è uno spettacolo per gli esteti del basket con canestri a ripetizione da ambo le parti. Matera trascinata da un Lestini immarcabile non riesce a scrollarsi di dosso una Malloni che in attacco è brava a trovare con lucidità il canestro.

L’asse Lovatti – Romani funziona a meraviglia ed alla prima sirena regna l’equilibrio (28 – 27). Coach Domizioli di alternative non ne ha molte, in panchina con i due classe ’98 Lodico e Balilli e con un Trovato a mezzo servizio, il coach elpidiense trova energia e ritmo da Brighi che chiuderà con un prezioso 3/4 dall’arco.

All’intervallo Matera conduce 50 – 47 ma la Malloni è pienamente in partita. L’equilibrio non muta anche dopo la pausa lunga. La Malloni apre il parziale con un break di 8 – 0 firmato Lovatti – Cernivani, in un amen però Matera piazza un controbreak di 6 – 0 con due canestri impossibili del solito Lestini. I padroni di casa approfittano di uno dei pochissimi passaggi a vuoto dei biancoazzurri e a metà della terza frazione tentano la fuga (66 -5 8 a 4’30”) con l’ennesimo siluro di Lestini.

Il Porto mostra maturità e non si scompone, Brighi e quattro punti consecutivi di Catakovic riportano pienamente in partita Sant’Elpidio. Alla penultima sirena Matera conduce 69 – 68.
Gli ultimi dieci minuti ricalcano in pieno i precedenti trenta, Lestini dà ai suoi il +4 (79 – 75) a meno di sei giri di lancette dal termine, Cernivani risponde prontamente ed è ancora Lovatti con una tripla a siglare la parità (81 – 81 a 3’20”). Sembra fatta per la Malloni quando ancora Lovatti insacca la bomba del +4 (82 – 86 a 1’48” dal termine) ma così non è perché Matera con Zampolli prima e con Grande poi ristabiliscono l’equilibrio (86 – 86 a 57” dalla fine).

Da triller gli ultimissimi istanti, prima è Matera ad avere il match point sprecato da Grande, è invece Romani a trovare i due punti decisivi imbeccato dall’ennesimo assist di un Lovatti sempre più trascinatore.

Finisce 86 – 88 con i biancoazzurri che possono festeggiare un successo clamoroso che dà serenità e consapevolezza nei propri mezzi in vista della seconda trasferta consecutiva, domenica a Monteroni di Lecce.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page

Caricamento..

Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X