facebook twitter rss

Coppia uccisa
dal monossido di carbonio

URBINO - Un uomo di 47 anni e una donna di 49 anni sono stati trovati in un appartamento di via Stallacce ormai privi di vita. I pompieri erano andati nella palazzina per soccorrere un'anziana che non rispondeva facendo poi la tragica scoperta. La causa sarebbe legata ad una caldaia mal funzionante
Print Friendly, PDF & Email
Foto d'archivio

Foto d’archivio

Avvelenati dal monossido di carbonio, morta una coppia. La tragica scoperta questa mattina, poco dopo le 11, ad Urbino. Dai primi accertamenti è emerso che si tratta di una donna di 49 anni e di un uomo di 47 anni. Erano in un appartamento di via Stallacce, in pieno centro storico. La causa: fuoruscita di monossido di carbonio. Una terza persona, una pensionata di 76 anni, è stata portata in ospedale perché trovata svenuta in casa. La donna abita nel piano superiore a quello della coppia trovata senza vita. I vigili del fuoco erano stati chiamati proprio perché l’anziana non rispondeva al citofono. Una volta entrati l’hanno soccorsa. I pompieri hanno cercato di capire da dove provenisse la perdita di gas e constatato che arrivava dal piano sottostante hanno avuto l’autorizzazione ad abbattere la porta per entrare visto che non rispondeva nessuno. La perdita sarebbe legata ad una piccola caldaia mal funzionante. All’interno, la scoperta della tragedia. Sul posto, carabinieri, vigili urbani e vigili del fuoco. In un primo momento si era diffusa la notizia che i due morti fossero studenti universitari. All’Ateneo di Urbino non è arrivata, per ora, nessuna comunicazione in proposito.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X