fbpx
facebook twitter rss

Scuola-lavoro, Di Battista:
“Arriveremo a un milione di studenti”

Il dibattito organizzato da Piccola Impresa ha visto la partecipazione di imprenditori, dirigenti scolastici e degli studenti che hanno fatto gli stage nelle aziende. Il presidente di Unioncamere Marche: "Il progetto cresce con numeri importanti dopo l'inserimento nel decreto della Buona scuola"
Print Friendly, PDF & Email
scuola-lavoro-2

Il convegno sull’alternanza scuola-lavoro organizzato da Piccola Impresa

 

scuola-lavoroImprenditori e dirigenti scolastici a confronto sull’alternanza scuola-lavoro. L’occasione l’ha data il convegno organizzato dal Comitato Piccola Industria di Confindustria Fermo presieduto da Fabrizio Luciani. Presenti le dirigenti Margherita Bonanni (Iti Montani), Stefania Scatasta, (Ipsia Ricci e Liceo Artistico Preziotti-Licini), Cristina Corradini (Itcgt Carducci-Galilei), Marzia Ripari (liceo Scientifico T.C. Onesti), e Piero Ferracuti (liceo Classico Annibal Caro). A portare il proprio contributo anche gli studenti protagonisti dell’esperienza professionale all’interno delle imprese del fermano. “Fino ad oggi – dice il presidente regionale della Piccola Industria Diego Mingarelli – le migliori esperienze a livello nazionale di alternanza scuola lavoro hanno visti primeggiare le grandi aziende, i gruppi con migliaia di dipendenti. Noi dobbiamo essere bravi a diventare un modello”.

Tra gli imprenditori Alvaro Cesaroni, della Sigma Spa, Gianni Giannini della Doucal’s Srl e Graziella Ciriaci del Salumificio Ciriaci. “Dovete contaminare il nostro mondo – è l’invito del presidente di Unioncamere Graziano Di Battista ai giovani – Il progetto cresce con numeri importanti, ancora di più dopo la decisione del Governo che ha inserito l’alternanza tra i pilastri della “Buona Scuola”, con tanto di incentivi per le imprese che assumono. Passeremo da 270mila a oltre un milione di alunni coinvolti che passeranno tra 200 e 400 ore nelle nostre imprese”.

 

 

 

Sostieni Cronache Fermane

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane la redazione di Cronache Fermane lavora senza sosta per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e in tempo reale sull’emergenza Coronavirus e molto altro. Impieghiamo tutte le nostre forze senza ricevere alcun finanziamento pubblico destinato all’editoria. Sappiamo che, adesso più che mai, l’informazione è fondamentale per la nostra comunità: per questo continuiamo a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. La situazione attuale ha comportato inevitabilmente una forte riduzione di quei contratti pubblicitari che ci hanno consentito in questi 4 anni di attività di offrirti un servizio gratuito. Se apprezzi il nostro lavoro e ritieni che sia importante conoscere quanto accada sul tuo territorio, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Oppure tramite Bonifico Bancario, inserendo come causale "erogazione liberale":

  • IBAN: IT67V0311169451000000003233
  • Intestatario: CF Comunicazione S.r.l.s. - Banca: UBI Banca S.p.A


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X