facebook twitter rss

Rivolta dei marinai:
reti da pesca dissequestrate,
Strusi: “Seguita la procedura”

mercoledì 19 ottobre 2016 - Ore 19:32
Print Friendly, PDF & Email
Il comandante del Circomare, Fabrizio Strusi

Il comandante del Circomare, Fabrizio Strusi

Il comandante del Circomare di Porto San Giorgio, Fabrizio Strusi, non arretra. E sul caso che ha fatto scoppiare la polemica dei pescatori, il sequestro delle reti da pesca del peschereccio “fratelli Malaccari” con a bordo Angelo Malaccari che ha anche accusato un malore (leggi l’articolo) rimarca l’applicazione delle norme: “Le reti sono state dissequestrate poche ore dopo, la sera stessa, come da prassi. E’ sempre stato fatto così“. E la sanzione da 4mila euro comminata all’armatore per “pesca in zona non consentita”?Anche in quel caso si segue l’iter amministrativo previsto. La sanzione c’è. E l’armatore, se lo riterrà opportuno, presenterà i suoi scritti difensivi“.

unnamed

Lo striscione di CasaPound

Intanto sulla vicenda fa sentire la sua voce CasaPound che ieri notte ha affisso uno striscione all’ingresso del porto. “La notte scorsa notte i militanti del movimento – fanno sapere da CasaPound – hanno appeso uno striscione presso la zona portuale di Porto San Giorgio recitante la frase “giù le mani dai nostri marinai”, in relazione al peschereccio sanzionato dalla Capitaneria di Porto”. “Una vera e propria esagerazione – dichiara il responsabile locale Pacini – una sanzione talmente sproporzionata che mina lo sforzo lavorativo dei pescatori che stanno vivendo un momento in cui quest’attività, oltre ad essere in forte crisi, è sempre più bersagliata da uno Stato che non fa altro che affossarla, invece di tutelare uno dei mestieri più antichi del nostro territorio”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page

Caricamento..

Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X