facebook twitter rss

L’asilo Salvadori pronto alla svolta:
lavori per 469 mila euro

PORTO SAN GIORGIO - Il progetto di Giancarlo Gioventù è stato spedito a Roma dal sindaco Nicola Loira: "Si fa omaggio alla storia della città"
sabato 29 ottobre 2016 - Ore 13:36
Print Friendly, PDF & Email
whatsapp-image-2016-10-29-at-13-32-48

Da sin. Medori, Loira, Gioventù e Talamonti

La tradizione si fa bella. Tutto in queste poche parole il principio che, per il sindaco Nicola Loira e per l’assessore ai lavori pubblici, Umberto Talamonti, si cela dietro ai lavori di totale restyling che partiranno alla fine delle lezioni alla scuola dell’infanzia Salvadori grazie a un finanziamento ministeriale di 965 mila euro (469 mila serviranno per i lavori, il resto per manodopera, sicurezza e correlati vari alle opere). Ma andiamo per ordine. Due anni fa Giancarlo Gioventù, nell’aderire al progetto “Nonni a scuola”, è entrato nello storico asilo sangiorgese. E da architetto ha iniziato a notare e appuntare tutto quello che non andava. Da lì il progetto preliminare con altri cinque tecnici sottoposto al sindaco Nicola Loira che, a sua volta, l’ha spedito a Roma. E il ministero ha risposto: “L’asilo è stato scelto per essere inserito nel progetto”. I lavori, che praticamente interesseranno ogni aspetto degli interni della struttura, dalla pavimentazione agli impianti di riscaldamento, passando da pareti e infissi, consentirà anche di recuperare un locale in passato usato dalla moglie del custode come abitazione. Lì verrà realizzata una piccola palestra. “Opere importanti anche per favorire l’incessante lavoro delle insegnanti che lottano ogni giorno per portare avanti un valido progetto educativo” il punto della dirigente scolastica Daniela Medori. “Siamo dinanzi a una struttura che va avanti nella stessa condizione da almeno 40 anni – il punto di Gioventù – verranno realizzate, sempre all’interno degli attuali spazi, tre nuove aule, un locale per il refettorio, uno per il personale delle pulizie, uno per le insegnanti e uno per eventuali assemblee. Si avrà una scuola completa e funzionale. E con i ribassi d’asta, che altrimenti andrebbero restituiti, prevedremo delle integrazioni progettuali con delle migliorie come la palestra”. “La procedura di gara è già iniziata con gli inviti alle ditte. Stiamo parlando di una struttura scolastica che rappresenta la storia della città. Una scuola materna che prima di chiamarsi Salvadori si chiamava Aporti, unico asilo della città fino a mezzo secolo fa. Nell’800 era un ospedale”  il punto del sindaco Nicola Loira. Le valutazioni delle offerte si baseranno sia sul preventivo più vantaggioso che sul progetto più ricco di interventi. Intanto al pool di progettisti, capeggiato da Gioventù, sono andati 2 mila euro per rimborso spese. “Fondamentale anche l’importanza che ha con la vicina scuola elementare di via Mazzini, per rafforzare un discorso di quartiere” aggiunge Talamonti. I lavori saranno effettuati a scuole chiuse, nel periodo estivo. E se non dovessero finire per settembre 2017? “Abbiamo già in mente dove ricollocare temporaneamente le due classi con i 60 bambini interessati” la chiosa di Medori.

whatsapp-image-2016-10-29-at-12-50-01-2

L’asilo in via Salvadori

whatsapp-image-2016-10-29-at-12-50-01-3

Il locale dove verrà realizzata una piccola palestra

whatsapp-image-2016-10-29-at-12-50-01-4

L’assessore Umberto Talamonti in una delle aule

whatsapp-image-2016-10-29-at-12-50-01-5

whatsapp-image-2016-10-29-at-12-50-01-6

whatsapp-image-2016-10-29-at-12-50-01-7

whatsapp-image-2016-10-29-at-12-50-01-8


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page

Caricamento..

Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X