facebook twitter rss

Chiusa la scuola media Betti, 300 studenti trasferiti al polo di viale Trento

Print Friendly, PDF & Email
Il sindaco Calcinaro questa mattina in Prefettura

Il sindaco Calcinaro questa mattina in Prefettura

A seguito della scossa simica di domenica 30 ottobre e del conseguente sopralluogo effettuato, come del resto in tutti gli istituti scolastici cittadini, da parte dei tecnici comunali alla scuola media “U. Betti” in via Largo Mora, è stato ritenuto necessario, con ordinanza sindacale, disporne la chiusura dopo gli ulteriori aggravamenti. 300 studenti, per l’esattezza 298, dovranno essere ricollocati in una sede alternativa.

Una misura – ha dichiarato il Sindaco Paolo Calcinaro – adottata proprio a beneficio dell’intera comunità scolastica dell’edifico in questione, quindi alunni, docenti, personale amministrativo e ausiliario. Stiamo lavorando per reperire una collocazione alternativa presso il Polo Scolastico di Viale Trento che possa soddisfare il primario diritto all’istruzione degli alunni e la primaria esigenza di avere locali consoni e adeguati all’attività didattica. Stiamo recependo la preziosa collaborazione della Provincia di Fermo e dei suoi Uffici e di alcuni istituti superiori della Città che si sono resi già preliminarmente disponibili per garantire la prosecuzione delle lezioni della Betti. Un atto di grande responsabilità che ci consentirà di poter mettere in atto tutti gli interventi necessari all’interno di una delle scuole medie storiche della città e ripristinarne le condizioni originarie

Intanto proseguono i controlli e le ispezioni negli altri edifici scolastici cittadini. Considerata la grande quantità di beni e generi di prima necessità che la generosità dei fermani, senza alcuna richiesta preventiva, ha voluto donare ai numerosi ospiti che a causa del terremoto sono alloggiati nelle strutture ricettive e camping del litorale fermano, la Protezione Civile Comunale chiede di non proseguire le donazioni delle quali, al contrario, confermerà la prosecuzione, su indicazione della Protezione Civile Nazionale, solo ed esclusivamente nel caso in cui sarà ritenuto veramente necessario. L’unica raccolta ufficiale è quella che si sta svolgendo al Centro Sociale di Marina Palmense (vestiario nuovo, giocattoli, prodotti igiene e pulizia personale). Si ringrazia la popolazione per la collaborazione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti