facebook twitter rss

Dragaggio: è arrivato l’Ulisse Primo,
subito problemi per il motopontone

giovedì 3 novembre 2016 - Ore 13:05
Print Friendly, PDF & Email

whatsapp-image-2016-11-03-at-11-55-53

Si vede la luce alla fine del tunnel: l’Ulisse Primo, il motopontone incaricato del dragaggio dell’ingresso dell’approdo, è arrivato questa mattina in città. Ma subito ha incontrato problemi nell’entrare in porto dove domani inizierà i lavori di escavo dei fondali. “Sì – conferma il comandante del Circomare, Fabrizio Strusi – ha avuto delle qualche difficoltà. Sta prelevando della sabbia sul fondale (davanti alla prua) per farsi strada. La sabbia che verrà dragata sarà rigettata al di fuori delle scogliere. Prevediamo una durata dei lavori di circa due settimane“. Insieme al comandante Strusi, il suo vice Gabriele Astelli, il responsabile tecnico del porto, Basilio Ciaffardoni e i tecnici dell’Ulisse Primo. Il motopontone arriva da Chioggia, è di proprietà della Coedmar, ha una gru da 200 tonnellate e una benna da scavo che preleva, a ogni colpo, circa 12 metri cubi di sabbia. Obiettivo è tornare a dare all’ingresso del porto una profondità di 3,5 metri anche se, al momento, con quote di profondità che oscillano, e che in alcuni punti arrivano anche al metro e mezzo, stimare le probabilità di centrare l’obiettivo è praticamente impossibile.

g.f.

whatsapp-image-2016-11-03-at-11-55-53-5

 

whatsapp-image-2016-11-03-at-11-55-53-2


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page

Caricamento..

Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X