facebook twitter rss

L’appello di Alessio Terrenzi alla città: “Unione per affrontare l’emergenza”

SANT’ELPIDIO A MARE – Sono 55 le persone evacuate dalle loro abitazioni per inagibilità nel territorio comunale e il loro numero pare destinato ad aumentare. Il sindaco:"Il nostro territorio è stato colpito in modo molto serio dal sisma in centro ma anche nelle periferie"
Print Friendly, PDF & Email
terremoto-santelpidio-a-mare-2

Il sindaco Terrenzi durante i controlli con il drone

“La nostra Città è stata messa a dura prova dalle scosse di terremoto che hanno messo in ginocchio l’intero centro Italia. Stiamo vivendo un momento delicato, mai vissuto fino ad ora e le cui conseguenze ci porteremo dietro per almeno 15/20 anni con una modifica radicale dell’assetto territoriale. Al momento abbiamo 55 persone evacuate dalle loro abitazioni per inagibilità e il loro numero pare destinato ad aumentare. Il nostro territorio è stato colpito in modo molto serio dal sisma in Centro ma anche nelle periferie. Dai controlli che stiamo facendo emergono situazioni difficili che si aggiungono a quelle già emerse nei giorni scorsi per cui la situazione, purtroppo, è destinata a peggiorare”.

terremoto-santelpidio-a-mareIl Sindaco, Alessio Terrenzi, nel fare il punto in merito alla situazione post-sisma, fa anche appello alla politica e ringrazia i cittadini che hanno compreso gli sforzi effettuati nei giorni di emergenza, che hanno rispettato le decisioni assunte. “Decisioni non sempre facili – aggiunge il Sindaco – ma che sono state guidate da valutazioni fatte sul campo con i tecnici di cui mi fido ciecamente e che hanno a cuore, come me, in primis la sicurezza di tutti. Faccio oggi più che mai un appello all’unità e, in particolar modo, un appello alla politica: nella difficoltà il nostro territorio si è dimostrato straordinario. Lo è stato in passato e lo è ancora oggi, seppur messo a dura prova vista anche la situazione psicologica che un sisma con scosse continue comporta. Alla politica chiedo di essere compatta in questo momento di difficoltà e mi auguro che i partiti politici, i movimenti, le liste civiche, ci siano vicini. E non intendo a me personalmente, in quanto Sindaco, ma siano vicini a questa Amministrazione Comunale e, di riflesso, a tutta la Città viso che la collettività ha bisogno di tutti, di tutte le forze cittadine siano esse politiche, sociali, associative, sportive che culturali: solo uniti si può guardare a testa alta al futuro. Un futuro che, in queste circostante, nessuno può prevedere e rispetto al quale non possiamo che essere positivi ma pronti ad affrontare eventuali situazioni di emergenza. Se i terremoti fossero prevedibili allora non ci sarebbe morte e distruzione. Non possiamo prevenire le scosse di terremoto ma possiamo affrontare al situazione con spirito di comunità, quello spirito di unità che a noi elpidiensi di certo non manca. Credo che in questo particolare momento storico, con problematiche che nessuno prima d’ora si è trovato ad affrontare, si debba abbandonare la strada della polemica e dello scontro politico. Anche se con idee diverse, credo che si debba tutti pensare a guardare al futuro con spirito di collaborazione. L’impegno che è chiesto a questa collettività è grande. Il futuro sarà difficile da affrontare e sarà sempre più duro amministrare questa Città. In questi quattro anni, sul fronte calamità, non ci è stato risparmiato niente ma ogni volta abbiamo affrontato l’emergenza con la massima dignità, anche nei momenti più difficili. Sono certo che la collettività tutta, con la politica in primis, comprenderà le difficoltà che stiamo vivendo in questo momento e confido in un atteggiamento positivo di tutti. Alla cittadinanza chiedo di continuare ad avere fiducia sul nostro operato. E’ compito di un Sindaco fare scelte che vadano a vantaggio della collettività che amministra: ho accanto un team di cui mi fido e che ringrazio e nessuna scelta viene fatta con superficialità. Ovviamente ci sono enti superiori, c’è la legge che impone dei limiti al nostro operato ma, nel massimo rispetto di essi, assicuro di essere pronto a fare tutto ciò che potrò per il benessere e la sicurezza della nostra bella Città”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X