facebook twitter rss

Marcozzi – Ti Emme,
il derby di Fermo va alla Victoria

Palestra Coni delle grandi occasioni, decisivo l'over time
Print Friendly, PDF & Email

basketballFERMO – E’ stato un susseguirsi di emozioni, al cospetto di una palestra Coni gremita in ogni ordine di posto, scenario perfetto per il primo storico derby cestistico del Girfalco. Se lo aggiudica, dopo un tempo supplementare, la Marcozzi Victoria Fermo, che al termine di 45 combattutissimi minuti porta a casa il successo dopo tre stop consecutivi in campionato.

IL TABELLINO

TI EMME BASKET FERMO 54: Venditti 22, Coccocioni, Amelio 3, Ambrogi 2, Luciani, Antinori 6, Cappelletti 4, Ceregioli 2, Sabbatini 1, Tomassini 12, Di Antonio 2. All. Marco Marilungo

VICTORIA BASKET FERMO 61: Bernard 10, Pagliari 9, Fortuna, Cingolani 9, Santini 8, Di Chiara, Tomassini, Sollini, Casoni 2, Capancioni 4, Boccolini, Cardarelli 19. All. Paolo Del Buono

PARZIALI: 12 – 21, 22 – 37, 39 – 41, 49 – 49

LA CRONACA

I primi due quarti di gara sono in mano alla Marcozzi, che sceglie il quintetto piccolo in partenza con Pagliari francobollato a Venditti per limitarne la pericolosità sotto canestro. La sirena del primo periodo vede già la Marcozzi avanti di nove lunghezze, sul 12 a 21, con i gialli locali che non riescono a difendere su uno scatenato Cardarelli, che a referto mette al primo stop 13 punti.

Il secondo quarto non cambia sostanzialmente nei contenuti, la difesa a tutto campo dei padroni di casa non porta i frutti sperati mentre le giocate da sotto di Bernard ed un paio di penetrazioni di Capancioni aumentano il divario alla sirena di metà gara, 22 a 37.

Margine che sarebbe potuto essere ancora piu’ ampio se Tomassini non avesse messo in fila due triple che tengono a galla Fermo. Il vantaggio acquisito, con ottime giocate in attacco e tanta difesa a differenza degli ultimi incontri, poteva far supporre di una ripresa in controllo della gara ed invece, la pur prevedibile reazione dei padroni di casa non viene gestita per il meglio da Santini e compagni, che vanno in confusione e permettono il rientro in partita degli avversari, trascinati da Venditti e dalla tripla sul finale di Amelio.

L’ultimo quarto vede la Marcozzi difendere appena due lunghezze di vantaggio, 39 a 41, con il canestro che si è fatto veramente piccolo . Il Coni è un catino bollente, e vede la rimonta completarsi col primo sorpasso gara a pochi minuti dalla fine sul 45 a 44, con i ragazzi di Del Buono ancora a litigare con la plancia in attacco, sbagliando sin troppo e con Pagliari, che aveva splendidamente difeso per tutta la gara su Venditti, out per falli.

Qui inizia un’altra partita, a vedere sugli scudi i veterani della Victoria che riagguantano il supplementare e che nei cinque minuti seguenti mettono in campo il cuore per portare a casa la sofferta vittoria.

Dopo una settimana tribolatissima come l’ultima passata, cambiando impianto di allenamento per le vicissitudini del terremoto e con tanti incerottati, i fermani hanno gettato in campo piu’ di quanto non ne avessero in corpo per uscire vincitori del primo storico derby di pallacanestro della città.

Ora la Marcozzi è attesa dal prossimo impegno, sabato prossimo al Palanespeca di San Bendetto, con la palla a due alle ore 1830. Serata quindi amara per la Tiemme, in cui forse ha pesato l’eccessiva tensione per l’appuntamento atteso. Adesso bisogna ricaricare prontamente le pile (fisiche e mentali) in vista della trasferta di Porto Potenza Picena, in programma anch’esso sabato 12 novembre.

victoria-basket victoria-fermo-basket


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X