facebook twitter rss

La Fermana è attesa
da un mese di fuoco

Otto partite per i gialloblù che, oltre ai match previsti in calendario tra cui un turno infrasettimanale dell'8 dicembre, a novembre sono chiamati al recupero delle due gare rinviate causa sisma. Ok le condizioni di Urbinati e Misin
Print Friendly, PDF & Email

fermana_esultanza1

FERMO – Dopo la doppia sosta forzata per via del sisma, nonché le due sconfitte contro Monticelli e Agnonese che hanno bloccato la squadra a 13 punti facendola scivolare all’ottavo posto, i canarini ieri hanno ripreso a lavorare sul manto erboso di Campiglione in vista della prossimo match interno di domenica 13 contro il Campobasso.

Il mercoledì successivo, 16 novembre, verrà recuperata Fermana – Recanatese, poi trasferta a Pesaro, mentre si è in attesa di comunicazione per la disputa di Matelica-Fermana, slittata domenica scorsa.  Il 27 novembre si giocherà Fermana – Pineto, la domenica successiva viaggio in Romagna quindi, dopo solo quattro giorni, precisamante l’8 dicembre, a Fermo si giocherà contro la Sammaurese. E via ancora, dopo soli tre giorni, trasferta di nuovo a nord del Rubicone. In altre parole ben otto gare in soli 28 giorni: dal 13 novembre  all’11 dicembre. Tutto questo mentre allo stadio incalzano i lavori, è infatti in via di conclusione la sistemazione del Recchioni (fessurazioni in alcuni divisori di spogliatoi e uffici dovuti al sisma).

Tornando al calcio in sento stretto, e avvicinandoci al prossimo impegno in ordine di tempo, ecco il prossimo ostacolo: il Campobasso, in fase crescente a quota 14 punti in classifica, reduce da una brillante e rotonda vittoria con la Civitanovese nell’ultimo turno.

“L’aspetto più importante è quello mentale – ha sottolineato l’allenatore Flavio Destro – anche perché in entrambe le settimane ci siamo preparati al massimo fino al sabato. Vero è che in campo non siamo scesi, quindi ricaricare le pile e recuperare il ritmo è sempre difficile quando manca il riscontro fisico ed emozionale della domenica. Ci aspetta un mese tosto – ha proseguito riferendosi all’agenda mensile fitta di impegni – Continueremo, come abbiamo sempre fatto, a pensare domenica dopo domenica, concentrandoci al massimo sull’avversario di turno. D’altra parte non si può programmare una gara che avverrà tra dieci giorni, durante una partita le dinamiche cambiano anche in corso e non si può mai prevedere cosa succederà nei 90 minuti, figuriamoci oltre. Già da domani inizieremo subito a studiare il Campobasso, un’ottima squadra – ha concluso – ne siamo stati testimoni diretti: quest’anno come non mai ogni incontro ha le sue difficoltà e una storia a sé. Per questo, diventa fondamentale allenarsi al meglio ed avere tutta la rosa a disposizione. Poi è sempre il campo il giudice supremo”.

Notizie sanitarie: ieri mattina Sene si è sottoposto al previsto intervento chirurgico, presto la società diramerà notizie sull’esito che nel frattempo, visto il silenzio nel merito, si sotto intende positivo. Il centrocampista Urbinati ha invece svolto ieri l’intera sessione pomeridiana a Campiglione insieme al gruppo, mentre l’altro mediano, Misin, ha lavorato a parte e salvo complicazioni dovrebbe riuscire a recuperare per domenica.

Paolo Bartolomei


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti