facebook twitter rss

Porto Sant’Elpidio
sempre più da vertice
in casa della Futura ’96

La banda Marcaccio subisce un altro stop mentre i rivieraschi prendono l'ascensore
Print Friendly, PDF & Email

whatsapp-image-2016-11-13-at-18-12-00

CAPODARCO di FERMO – Mastica amaro la compagine di Marcaccio che subisce il secondo stop consecutivo interno in altrettanti derby fermani spalmanti in soli sette giorni. Decolla, invece, la formazione rivierasca che esprime un gioco frizzante condito da una difesa solida. Gli ospiti, privi del talento di Riccardo Cuccù, che sarà operato in settimana ai legamenti del braccio sinistro, sembrano trovare una loro identità con Marozzi nel ruolo di “falso nueve”. I padroni di casa, a loro volta, devono fare a meno di Bracciotti, che da forfait a pochi minuti dal fischio d’inizio per un risentimento muscolare. Al suo posto viene schierato Alessandro Spinozzi.

IL TABELLINO

FUTURA ’96 0 (4-3-1-2): Meraviglia; Murazzo Antonio (30′ st Marcaccio Mattia), Bordoni, Smerilli, Febi (1′ st Verducci); Bartolini, Conte, Murazzo Gianluca; Mannozzi; Pelliccetti, Spinozzi Alessandro. A disposizione: Grifi, Luccerini, Capiato, Spinozzi Manuele, Cicchinè. All. Matteo Marcaccio

PORTO SANT’ELPIDIO 2 (4-4-1-1): Lattanzi; Simoni, Mengo, Marcantoni, Marconi (37′ st Cannoni); Quinzi, Cozzi, Chiappini, Santacroce (28′ st Minnucci); Marozzi; Cingolani (22′ st Islami). A disposizione: Genga, Belleggia, Cirella, Luciani. All. Stefano Cuccù

RETI: 38′ pt Cingolani, 5′ st Cingolani

ARBITRO: Francesco Tassi, Matteo Orsolini e Gregorio Maria Galieni tutti di Ascoli Piceno

NOTE: Ammoniti Conte, Murazzo Gianluca; corner 1 – 8; recupero 0’+4′, spettatori 400 circa

LA CRONACA

Pronti – via e dopo soli 43 secondi i locali creano la prima occasione con Spinozzi, ma il destro trova la pronta risposta di Lattanzi (sempre più simbolo elpidiense con ben 450′ di imbattibilità). I padroni di casa non sentono affatto il gap di classifica e provano a fare il match, alla mezzora si fanno quindi avanti con Smerilli con una punizione tesa dalla tre/quarti, ma Lattanzi è reattivo e astuto, dal momento che respinge la sfera lontano da una possibile deviazione verso la porta.

cingolani-porto-santelpidio

Riccardo Cingolani, autore della doppietta

Squadre molto aperte e che lasciano giocare, trova quindi spazio lo spettacolo, così al 32′ sono gli ospiti a provarci ma Meraviglia salva un gol che sembrava fatto. Su un rasoterra dalla destra di Cingolani, Santacroce, in area, arriva in spaccata ma trova davanti a sé un estremo locale davvero reattivo. Un minuto dopo, Cingolani si mette in proprio e nel rientrare da sinistra tenta un tiro a giro che Meraviglia blocca in due tempi. E’ il preludio al gol, che arriva al 38′, quando Cozzi approfitta di un buco lasciato sulla destra da Antonio Murazzo, che nella circostanza ha stretto troppo verso i centrali, per servire con un filtrante Cingolani, lesto a sfruttare il corridoio per arrivare davanti a Meraviglia spiazzandolo. Due minuti dopo, il Porto Sant’Elpidio potrebbe mettere una seria ipoteca sulla partita, quando Cingolani in grande spolvero viene atterrato in area da Antonio Murazzo, ma per il direttore di gara il difensore tocca prima il pallone. Futura ’96 in apnea fino agli sgoccioli di primo tempo, quando dagli sviluppi di un corner Santacroce sfiora la rete, tirando a botta sicura ma colpendo la schiena di un difensore locale.

Nella ripresa Marcaccio passa ad un 4-2-3-1 per provare a scardinare la difesa avversaria con Spinozzi, Mannozzi e Gianluca Murazzo dietro Pelliccetti. Al 50′, però, i calzaturieri raddoppiano. Al termine di un’azione ben manovrata, Marozzi innesca Cingolani sul filo del fuorigioco che a tu per tu con Meraviglia insacca. Dopo la seconda rete, gli uomini di Stefano Cuccù tengono in mano il match e provano a ferire nelle ripartenze, mentre la formazione di Capodarco, pur tentando non trova sbocchi fra la difesa elpidiense.

Il Porto Sant’Elpidio vola in vetta alla classifica a +4 dal Chiesanuova e si gode il bellissimo momento. La Futura ’96 ansima ai margini della zona playout, ma dalla prossima ha l’occasione di risalire la china nello scontro diretto contro l’Atletico Azzurra Colli, compagna della fermana nei bassifondi della classifica.

Leonardo Nevischi

Fotogallery

whatsapp-image-2016-11-13-at-18-12-14

whatsapp-image-2016-11-13-at-18-12-17

whatsapp-image-2016-11-13-at-18-12-47


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X