facebook twitter rss

Abbandono rifiuti,
arrivano sanzioni e denunce

Print Friendly, PDF & Email

20161114_120044

 

di Alessandro Giacopetti 

“Siamo partiti con il servizio di raccolta differenziata attraverso gli Ecopoint nel quartiere di Lido Tre Archi e stiamo ottenendo risultati migliori delle aspettative”. Alessandro Ciarrocchi, assessore all’Ambiente del Comune di Fermo, oggi in conferenza stampa non nega che “ temevano che la situazione non funzionasse, anche perché nella giornata di domenica non è previsto il servizio di raccolta. Invece, ieri, Lido Tre Archi era pulita e priva di abbandoni”. Purtroppo il problema si presentava qualche centinaio di metri più in là, come spiega ancora l’assessore: “Conferiti in modo illecito e incivile, i rifiuti erano a Lido San Tommaso, alla prima isola ecologica libera e priva di telecamere”.

a

Rifiuti abbandonati a Lido Tre Archi

Qui sono intervenuti sia gli ecovolontari che la Polizia Municipale, i quali hanno aperto i sacchetti e tempestivamente hanno elevato 3 sanzioni più una denuncia penale: tramite una ricerca nel materiale conferito e la presenza di sacchetti della Ecoelpidiense, infatti, si è arrivati ad una ditta di Porto Sant’Elpidio.
“Il messaggio che deve passare – secondo l’assessore Alessandro Ciarrocchi – è che l’Amministrazione Comunale di Fermo non tollera tale comportamento e ringrazia sia Legambiente che gli ecovolontati per la presenza sul territorio e per pattugliare Lido 3 Archi, informando altresì i cittadini sulle corrette modalità di conferimento”.
Con tutta probabilità quanti hanno compiuto il gesto incivile hanno preso atto della presenza di telecamere a Lido Tre Archi e si sono recati presso la prima zona priva di videosorveglianza a Lido San Tommaso. L’assessore Mauro Torresi intanto comunica che “la presenza dei Vigili Urbani stagionali è prorogata fino al 20 dicembre. Sono 4 e si dedicheranno a questo servizio di controllo”.

c

Durante i controlli sul conferimento illecito a Lido San Tommaso, alcuni passanti, probabilmente residenti nella zona, si sono fermati incitando gli agenti e gli ecovolontari ad aprire i sacchi e a fare multe. Un segnale che tale situazione è considerata intollerabile per tutti coloro che rispettano le regole. Il consigliere comunale di maggioranza Massimo Monteleone che collabora nella realizzazione del progetto, ringrazia i cittadini di Lido Tre Archi che dimostrano di collaborare e spiega la necessità di “arrivare a cambiare le abitudini dei cittadini fermani. Cosa che fortunatamente, inizia a dare risultati”. 
Vestito con pettorina gialla col logo Legambiente, uno degli ecovolontari in azione, Francesco di Sarno ha parlato della sua esperienza, denunciando di aver colto in flagrante conferimenti illeciti di rifiuti da parte di cittadini di Capodarco, Civitanova Marche e addirittura Cupra Marittima.
Intanto, prosegue il progetto di estendere le isole informatizzate per la raccolta differenziata nel capoluogo. Mercoledì 16 novembre è in calendario la prima assemblea pubblica a Santa Caterina per presentare ed introdurre il nuovo sistema già attivo presso i palazzi Santarelli, in tutto il quartiere. Successivamente verrà ampliato anche a Viale Trento fino al centro storico. L’incontro si svolgerà di concerto tra Comune di Fermo, Asite e Vigili Urbani al fine di sensibilizzare i cittadini.

via-paleotti-prima-800x480

rifiuti-vigili-urbani-fermo

via-paleotti-dopo-600x800


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X