facebook twitter rss

L’impegno civile del Premio Volponi: apertura a Pedaso e primi appuntamenti

Print Friendly, PDF & Email


volponi-vari

 

di Alessandro Giacopetti

Da venerdì 18 novembre a sabato 3 dicembre torna il premo Paolo Volponi di letteratura e impegno civile. Porto San Giorgio in qualità di comune capofila, Altidona, Fermo, Montegranaro, Monte Vidon Corrado e Pedaso, sono i luoghi nei quali si articolerà il programma. E’ Giuseppe Buondonno, uno dei coordinatori del premio, dopo aver ringraziato per la collaborazione Coop Alleanza 3.0 in qualità di partner storico del premio, ad annunciare che la tredicesima edizione vedrà nuove partnership: la Nuova Ricerca Agenzia Res e Emergency.
volponi-buondonnoIl programma partirà venerdì 18 novembre alle 21 al cineteatro Valdaso di Pedaso con un concerto del cantautore Marco Rovelli dal titolo “Tutto inizia sempre”. Barbara Toce, sindaco di Pedaso, ha sottolineato come il suo comune sia “parte integrante dell’iniziativa in un momento in cui è importante investire in un percorso di impegno civile. Un onore per Pedaso ospitare l’apertura del premio. Sabato 19 novembre ci sarà la presentazione del libro di Marco Rovelli “La guerriera dagli occhi verdi” alle 19 presso la sede dell’associazione Filosofarte a Montegranaro. Giacomo Beverati, assessore alla Cultura del comune calzaturiero ha sottolineato che la “letteratura di impegno civile è oggi una necessità, in un momento di turbolenza sociale”. Forse gli intellettuali negli ultimi anni non hanno saputo interpretare i dati e i segnali che arrivavano e che oggi causano i fatti che ci travolgono, ha spiegato Beverati. “Rimettere al centro la letteratura di impegno civile significa rimettere al centro gli intellettuali e restituirgli il ruolo che nel tempo hanno perso”.

Tre le mostre fotografiche inserite nel programma. Domenica 20 novembre alle 17 inaugurazione di quella intitolata “Essere sociale” presso la galleria sotto l’arco ad Altidona. Riccardo Erioli, consigliere comunale del comune altidonese si è detto “onorato di far parte di un premio consolidato. La mostra contiene foto di Luigi Crocenzi, Romano Folicaldi e Vittorio Gioventù, e vedrà interventi di Giuseppe Buondonno, Renato Novelli e dello stesso Folicaldi con il coordinamento di Pacifico D’Ercoli, presidente dell’associazione Altidona Belvedere e responsabile della fototeca provinciale con sede ad Altidona. Lo stesso D’Ercoli, ha ricordato che “organizziamo mostre nell’ambito del Volponi da 8 anni. Nel 2015 toccò a Vittorio Gioventù, mentre quest’anno sarà relativa al tema particolare della socialità, il sociale e i social. La cultura – ha ricordato Pacifico D’Ercoli – deve uscire dagli spazi chiusi e ritrovarsi tra la gente così come negli ultimi tempi il teatro è uscito nelle strade e i comizi politici si sono svolti nelle piazze. La mostra rappresenta questo”. “Essere sociale”, articolata in diverse tematiche, resterà aperta fino al 28 dicembre. La serata conclusiva del Premio Volponi 2016 è prevista sabato 3 dicembre alle 21 al teatro comunale di Porto San Giorgio con consegna a Gino Strada, fondatore di Emergency, del premio intitolato al fotoreporter Mario Dondero. A ritirarlo sarà la figlia, Cecilia Strada.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti