fbpx
facebook twitter rss

Cratere, il sindaco Mancini:
“Se saremo esclusi in modo pregiudizievole
faremo i nostri passi”

Print Friendly, PDF & Email
Il sindaco di Montegranaro, Ediana Mancini

Il sindaco di Montegranaro, Ediana Mancini

di Loredano Zengarini

Incontriamo il sindaco di Montegranaro Ediana Mancini e parliamo dell’esclusione di Montegranaro dal cratere (si poteva trovare una parola meno funesta da parte dei burocrati per circoscrivere una zona) per individuare i paesi che potranno usufruire in toto degli aiuti statali. Parte con prudenza il sindaco di Montegranaro non conoscendo ancora le motivazioni dell’ esclusione di Montegranaro dalla lista: “Stiamo attendendo di conoscere i criteri utilizzati per individuare i paesi inclusi nella lista e le motivazioni che hanno portato all’esclusione di Montegranaro come altri centri, se poi valuteremo di essere stati esclusi in modo pregiudizievole faremo i nostri passi nelle opportune sedi”. Il fatto che non esista una zona rossa a Montegranaro e che non ci siano stati crolli o danni estesi non rispecchia il fatto che si siano state oltre 500 richieste di valutazione di case private. E il danno alle strutture pubbliche e al patrimonio religioso e culturale esiste anche se fortunatamente rispetto a paesi limitrofi è minore, vedi i confinanti Monte San Giusto e Sant’Elpidio a Mare, con quest’ ultimo escluso a sua volta dalla lista seppur il centro storico venga considerato zona rossa. “Innanzitutto  vorrei tranquillizzare i proprietari di prime case e chi ha una seconda casa affittata, per loro con Montegranaro fuori o dentro la lista non cambia nulla, il risarcimento rimane del 100%, diverso il discorso per chi ha seconde case non affittate a terzi anche se per loro il risarcimento rimane, ma nella quota del 50%. Per quanto riguarda i controlli ci vorrà del tempo dal momento che il nostro personale sta facendo del suo meglio, ma le richieste sono molte, oltre 500. Solo dopo aver completato le verifiche tecniche avremo un quadro completo del danno subito dall’edilizia privata e così potremmo quantificare la reale gravità della situazione”. Infine si parla di chi ha già dovuto forzatamente lasciare la casa, non sono molti,  ma comunque persone che devono essere aiutate in un momento di emergenza: “Coloro che hanno già la famosa scheda AeDes e che hanno dovuto lasciare le loro case trovando una sistemazione autonoma hanno già avviato le procedure per ottenere il contributo che gli spetta, e cosi sarà per tutti coloro che in futuro dopo le verifiche dei tecnici abilitati a rilasciare la scheda potranno usufruire degli stessi benefici nel caso scegliessero una sistemazione autonoma, o nel caso sarà compito di questa amministrazione aiutarli a trovare le soluzioni adeguate, qualora non avessero la possibilità di sistemazioni autonome”. Quindi per il momento non si prende alcuna posizione rispetto l’esclusione di Montegranaro dalla lista dei paesi inclusi nel cratere. In attesa di conoscerne le motivazioni si preferisce rassicurare i cittadini che pensavano che l’esclusione dalla lista volesse dire una decurtazione del 50% del contributo dello stato per la riparazione dei danni subiti, ma non è detto che in futuro che l’amministrazione, se lo riterrà opportuno e se l’esclusione della cittadina veregrense risulterà pregiudizievole rispetto a situazioni simili che invece sono state inserite nella lista, farà sentire la sua voce.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X