facebook twitter rss

Fermana 2 – Recanatese 1:
la parola ai protagonisti
dello Stadio Recchioni

I commenti a caldo dopo la vittoria domestica canarina
Print Friendly, PDF & Email

 

Fabio Massimo Conti

Fabio Massimo Conti, direttore generale dei canarini

FERMO – Prosegue la marcia vittoriosa dei canarini, abili a sfatare il tabù Recchioni e conquistare 6 punti frutto di due vittorie consecutive. Il recupero della gara contro la Recanatese porta dunque nuova linfa alla classifica gialloblù.

E’ il tecnico della squadra ospite a varcare per primo la soglia della sala stampa per commentare il derby contro i leopardiani: “Il risultato di oggi purtroppo non ci rende giustizia –  esordisce Matteo Possanzini – credo addirittura che meritassimo la vittoria per l’atteggiamento tenuto in campo e per la sicurezza nel possesso palla anche dopo essere rimasti in dieci (espulso Mordini nel secondo tempo). La squadra ha reagito bene alle difficoltà non concedendo spazio all’avversario e questo mi da coraggio per affrontare la partita di domenica prossima contro il Monticelli, che sarà decisiva per misurare non solo la possibilità di risalire questa classifica ingiusta, ma anche per poter gestire al meglio lo spogliatoio: i ragazzi devono continuare a credere in me ed io devo far sì che loro stessi non smettano di credere nelle  capacità di tutto lo staff”.

il Tecnico della Recanatese Matteo Possanzini

Il Tecnico della Recanatese, Matteo Possanzini

Il  mister dei gialloblu, Flavio Destro, elogia i suoi giocatori per i tre punti conquistati: “I ragazzi ce la mettono tutta e spendono il massimo delle loro energie anche quando non sono in perfetta forma, pur di ottenere un risultato così importante in questo periodo in cui lottano per avere una maggiore serenità nel gestire la gara. Dobbiamo continuare su questa strada, sulla quale, tra l’altro, incontreremo fuori casa due temibili avversarie in due giornate ravvicinate”.

Mister Flavio Destro

Mister Flavio Destro

Quest’oggi alla mercé dei giornalisti anche Fabio Massimo Conti, direttore sportivo della Fermana, che prende la parola  per incoraggiare la tifoseria canarina a riempire lo Stadio Benelli: “Una partita, quella di stasera, che rende onore ad entrambe le squadre, a quella ospite per aver tenuto in pugno  il gioco anche in inferiorità numerica e alla nostra per aver ottenuto una vittoria così rilevante dal punto di vista emotivo oltre che di posizione in classifica. Colgo l’occasione quindi per invitare tutti i tifosi fermani a sostenerci contro il Pesaro, che ha indetto la giornata biancorossa proprio per domenica, in attesa di un pubblico da grandi occasioni”.

comotto

Marco Comotto, capitano e pilastro difensivo

Infine è la volta del Capitano della Fermana Marco Comotto, che rasserena sulle sue condizioni fisiche: “Devo ringraziare il fisioterapista Walter Conti per avermi rimesso in sesto a tempo di record, dopo l’infortunio al collo che mi ha colpito durante il match di domenica contro il Campobasso. I trattamenti, nonché i cerotti che mi ha applicato nella zona dolorante, mi hanno permesso di giocare tutti i 90 minuti di oggi”. Poi si riallaccia al discorso intrapreso dal suo allenatore: “Se qualche volta ci vedete tesi e concentrati non significa che abbiamo paura dell’avversario: questa categoria è impegnativa anche per tanti giovani in squadra che la stanno affrontando per il primo anno. E’ anche compito di noi ‘vecchietti’, parlo di me, di Molinari, di Cremona, incitarli e trasmettere loro una maggiore fiducia e sicurezza”.

Silvia Remoli


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X