fbpx
facebook twitter rss

Antisciacallaggio,
nel Fermano arriva l’Esercito

Print Friendly, PDF & Email
Il prefetto di Fermo , Mara Di Lullo

Il prefetto di Fermo , Mara Di Lullo

“Operazione Strade Sicure-Task Force Sicurezza”. Così si chiama il documento firmato dal prefetto Mara Di Lullo prima del comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica tenutosi ieri. Il documento prevede anche sul territorio della provincia di Fermo il concorso dell’Esercito alle attività di vigilanza armata, osservazione e controllo delle località colpite dal sisma. Il documento è stato controfirmato dal comandante della Task Force Sicurezza, il colonnello Fabrizio Pianese. I militari saranno distribuiti tra Amandola, Montefortino, Santa Vittoria in Matenano, Monsampietro Morico e Falerone. Saranno in totale 35 i militari che prenderanno parte all’operazione, presenti h24. Opereranno in concorso con polizia, carabinieri, guardia di finanza e corpo forestale dello Stato. “Oltre a consentire una vigilanza dinamica armata più capillare nelle aree interessate – fanno sapere dalla prefettura – (l’operazione) permetterà di mantenere costante l’attività di controllo ordinario delle forze di polizia su tutto il resto del territorio provinciale”. Affrontato anche il capitolo referendum legato agli sfollati: “Si è analizzata la possibilità – aggiungono dalla prefettura – dell’istituzione di sezioni aggiuntive presso i seggi di quei Comuni sui cui territori sono accolte le persone terremotate, provenienti anche da fuori provincia, le quali avranno diritto, su richiesta, di votare nei Comuni dove prestano attualmente dimora“.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X