facebook twitter rss

Max cerca una nuova casa

I suoi fratelli hanno trovato adozione. Ora tocca a lui. Max ha solo otto anni. E’ in perfetta salute.
Print Friendly, PDF & Email
Max

Max

 

di Elia Bellesi

A volte succede che persone normali e semplici compiano azioni davvero speciali. A qualcuno magari potrebbero solo sembrare gesti superficiali, quasi senza senso. Soprattutto per le conseguenze che ne derivano e le responsabilità che ne nascono. Qualcun altro invece potrebbe vederli come atti immensamente amorevoli, dettati da una particolare umanità e tenerezza. E’ la sensibilità di chi vede un gatto malandato che miagola tra le immondizie e lì non lo lascia di certo. Anzi, senza minimamente esitare, lo destina ad incrementare la propria tribù felina. O di chi frena all’improvviso e si fionda giù dalla macchina a soccorrere quel mucchietto di pelo lasciato sul ciglio della strada. E una coda scodinzolante si unisce così alla famiglia. Purtroppo (o per fortuna, per qualcuno) non tutti gli esseri umani sono affetti dalla cosiddetta sindrome del “raccattarandagio”. Anzi. Molto spesso i sentimenti verso gli animali sono tutt’altro che “umani”.

 

Una storia su tante: quella di Max, cagnetto meticcio di pochi chili che ha vissuto per otto anni una esperienza poco felice. Lui, suo fratello e la sua sorellina. In un attimo, dopo tanto tempo, la salvezza. Di nome Maria. Sessant’anni. Passione per gli animali da una vita. Maria non esita un istante a prendere con sé i tre animali. Anche se i disagi sono tanti, perché la casa è piccola e già ospita altri cani e gatti. Anche se i sacrifici non mancano, perché tre sono le bocche in più da sfamare e da curare. E, impresa ancor più difficile, tre i cuori da riconquistare.

 

La pazienza, la dolcezza e l’amore fanno il resto. Nutriti, curati, protetti, amati, i tre cani riconquistano gradualmente la fiducia. Il compito di Maria è terminato. I fratelli di Max hanno trovato adozione. Ora tocca a lui. Max ha solo otto anni. E’ in perfetta salute. Qualche volta fa brutti sogni ma poi pensa a Maria, alla sua grande bontà, al suo viso dolce, ai suoi occhi che gli sorridono. E sogna. Di nuovo: questa volta di trovare una famiglia che lo ami per sempre.

Per l’adozione contattare il n. 348 2995359

 

schermata-2016-11-21-alle-12-23-15

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X