fbpx
facebook twitter rss

Alla Fermana non riesce
il miracolo, il Matelica vola

Print Friendly, PDF & Email

matelica-fermana1

MATELICA (MC)  – I canarini non riescono a fermare la corazzata biancorossa che si riscatta della sconfitta di domenica ad Angone e prova la fuga, andando in testa a +2. Flavio Destro, per il secondo recupero causa sisma, presenta una formazione ampiamente rimaneggiata, probabilmente per dare respiro a chi ha giocato molto nelle tre partite ravvicinate degli ultimi dieci giorni. Mecomonaco manda in tribuna il fantasista Esposito, forse perché ha deluso nel turno scorso, e presenta dal 1′ l’ex gialloblù Degano, che invece non ha giocato spesso. Nonostante la giornata lavorativa più di un centinaio i tifosi provenienti da Fermo che riempiono la piccola tribunetta ospiti.

I TABELLINI

MATELICA 3: Marcantognini; Candolfi, Borgese (21′ st Baldinini), Cacioli, Bartolini; Boldrini (40′ st Galli), Perfetti, Gilardi, Degano; Pera, Di Pinto (32′ pt D’Orazio). A disposizione: Davino, Dano, Negro, D’Orazio, Di Maio, Moretti, Frinconi. All. Mecomonaco

FERMANA 0: Valentini; Ferrante (17′ st Misin), Bossa, Comotto, Ispas; Mane, Forò (11′ st Molinari); Petrucci; Mariani (32′ st Omiccioli), Russo; Cremona. A disposizione: Polverino, Urbinati, Ghiani, Maghzaoui, Masti, Margarita. All. Destro

ARBITRO: Ruggiero di Roma 1, Rizzotto di Roma 2 e Barone di Roma 1

RETI: 4′ Degano, 11′ stPera (rig.), 37′ st Pera

NOTE: ammoniti Forò (F), D’Orazio (M), Cacioli (M), Petrucci (F), Comotto (F); recupero 2’+3′; corner 7-2, spettatori circa 300 di cui oltre 100 provenienti da Fermo

LA CRONACA

Neanche il tempo di accomodarsi che l’ex Daniele Degano al 4′ sblocca il risultato con un calcio di punizione concesso per un fallo evitabile con un miglior piazzamento in difesa. La risposta della Fermana è affidata a Mariani, al 15′, con una conclusione in porta e al 18′, con un tiro di Petrucci che termina fuori. Poco dopo Cremona è fermato due volte in fuorigioco in particolare alla mezz’ora, quando gli viene annullata una rete per posizione di off side millimetrica che nota solo il guardalinee. Al 35′ Matelica di nuovo pericoloso con D’Orazio, ma Valentini fa buona guardia. Il primo tempo si conclude con un tiraccio di Petrucci neutralizzato da Marcantognini.

Nella ripresa la Fermana scende in campo con più determinazione, si comincia subito con un tentativo di Mane che non centra lo specchio. Nel momento migliore dei gialloblù, su una folata offensiva dei padroni di casa, Mariani commette un netto fallo su Pera in area, dal dischetto lo stesso Pera non sbaglia e Valentini non compie un altro miracolo come a Pesaro. Il 2-0 rende difficile il proseguo dei canarini che non si perdono d’animo, con gli ingressi di Molinari al posto di Forò e di Misin al posto di Ferrante, giocano in modo sempre più propositivo, si rendono pericolosi due volte proprio con Molinari, ma si espongono ai contropiedi del Matelica che difatti al 20′ sfiora la terza rete con Pera. Il derby scivola via tra diversi tentativi velleitari della Fermana, con Petrucci e Russo per rendere meno pesante il passivo ma al 37′ della ripresa i biancorossi triplicano con un rasoterra di Pera, che dopo aver messo fuori causa Bossa supera anche Valentini. La Fermana resta nella griglia play off, sufficientemente distanziata dalle inseguitrici, e domenica prossima ospiterà tra le proprie mura il Pineto, quintultima in classifica.

Paolo Bartolomei


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X