facebook twitter rss

Le ferite della Sala del Mappamondo,
il luogo simbolo della città

Print Friendly, PDF & Email
sala-mappamondo_2-640x480

I danni alla pavimentazione

Oltre ai numerosi edifici pubblici e abitazioni private, i recenti eventi sismici, in particolare del mese di ottobre, hanno danneggiato anche luoghi simbolo della cultura di Fermo, fra cui la Sala del Mappamondo  di Palazzo dei Priori, che ha subìto lesioni nella parete verso mare, in corrispondenza del solaio.
La maestosa sala conserva il fondo più antico della Biblioteca cittadina composto da circa 16.000 volumi, prevalentemente del XVI secolo, provenienti in gran parte dalle donazioni Romolo Spezioli, medico fermano di fiducia della Regina Cristina di Svezia ed il Mappamondo realizzato nel 1713 dal cartografo Silvestro Amanzio Moroncelli, di circa due metri di diametro.

“Nel recente incontro con il Commissario Errani – ha detto il Sindaco Paolo Calcinaro – l’ho interessato anche di questo chiedendo di inserire questo sito di notevole importanza culturale e immagine della nostra città nelle procedure da eseguire con urgenza in coordinamento con la Soprintendenza. Certo si tratterà di un intervento prioritario, molto delicato visti gli arredi della sala, cercheremo quindi quanto di più specialistico ci possa essere per un’operazione che sembra configurarsi con pochi precedenti”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X