facebook twitter rss

Si rifiuta di lasciare l’affittacamere
e va in escandescenza: scatta il tso

Print Friendly, PDF & Email

ambulanza-croce-azzurra-carabinieri-polizia-municipale

Questa mattina, alle ore 11, carabinieri, vigili urbani e sanitari della Croce azzurra sono stati chiamati a intervenire in via xx settembre per una donna di 50 anni, di origini polacche, che dopo aver trascorso la notte nella struttura ricettiva lungo la via, un “affittacamere” per la precisione, questa mattina si è rifiutata di lasciare la camera. E così sono passate le ore con i sanitari della Croce azzurra, l’auto medica, i carabinieri e la Municipale, con due pattuglie, a provare in ogni modo a far desistere la donna. Ma nulla da fare. E così intorno alle ore 13,30 sono scattate le pratiche per il trattamento sanitario obbligatorio. “E’ venuta da noi ieri sera – raccontano i titolari della struttura ricettiva – e per lei è stata pagata una notte. Ma già ieri ha perso il controllo. Poco dopo la mezzanotte siamo stati costretti a richiedere l’intervento dei carabinieri che sono riusciti a tranquillizzarla. Ma questa mattina, quando alle 11, le abbiamo bussato alla porta, è ricominciata la storia. Purtroppo la camera, per oggi, è già prenotata. Ma lei non vuole andarsene”. Intorno alle 14 è arrivata la firma sul Tso del sindaco Nicola Loira. E così gli operatori sanitari, dopo averle somministrato dei sedativi, con l’ausilio dei vigili urbani e dei carabinieri di Porto San Giorgio e di Fermo, non senza qualche difficoltà, hanno accompagnato la donna fin dentro l’ambulanza. Da lì la 50enne è stata accompagnata all’ospedale di Fermo.

polizia-municipale-ambulanza-croce-azzurra

carabinieri-e-polizia-municipale

carabinieri-polizia-municipale-ambulanza-croce-azzurra


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X