fbpx
facebook twitter rss

Due conservatori, un’unica orchestra:
doppio concerto per Santa Cecilia

Print Friendly, PDF & Email

verducci e mazzoniQuesta mattina si è tenuta la conferenza stampa di presentazione del concerto sinfonico dell’Orchestra dei Conservatori delle Marche nella ricorrenza di Santa Cecilia, in programma al Teatro dell’Aquila per domenica prossima.

“Il concerto vede per la prima volta un lavoro congiunto delle orchestre dei due conservatori – ha spiegato Carlo Verducci, presidente del Pergolesi di Fermo – con la direzione del maestro Donato Renzetti. Una collaborazione in grado di dare elevati risultati”.

Lo stesso presidente Verducci ha anticipato che i due conservatori delle Marche vogliono collaborare organicamente al fine di ottenere buoni frutti.

73 elementi suoneranno un programma identico in entrambi i concerti che prevede l’esecuzione della Sinfonia n. 9 opera 95 “Dal Nuovo Mondo” di Antonin Dvorak e “I maestri cantori di Norimberga” di Richard Wagner. Le parti solistiche sono state affidate agli studenti con alcuni docenti che li affiancano. E’ il risultato dell’impegno dei due direttori, Bramanti per Pesaro e Mazzoni per Fermo.

Proprio il direttore Massimo Mazzoni è “particolarmente felice della collaborazione tra orchestre dei conservatori delle Marche”.

Con l’augurio che possa continuare in futuro con il supporto della Regione Marche, ringrazia per l’impegno gli allievi e i docenti che compongono l’orchestra: “Una produzione resa ancora più impegnativa dall’indisponibilità delle sale a Fermo – ha spiegato Massimo Mazzoni – che ha costretto a realizzare tutte le prove a Pesaro. Sarà un’esperienza importante per i ragazzi nella prosecuzione della loro attività musicale. Donato Renzetti – ha ricordato ancora il direttore del conservatorio Pergolesi – è uno dei più importanti direttori d’Italia che ama lavorare con i giovani.
Inoltre, il conservatorio intende venire incontro alle esigenze di associazioni culturali di Fermo a seguito dell’indisponibilità di alcune sale comunali dopo le scosse di terremoto. Per questo il suo consiglio di amministrazione ha messo a disposizione l’auditorium ‘Billé’, giovedì 1 dicembre alle 16 per un’iniziativa voluta dalla Società Operaia di Fermo che avrebbe dovuto svolgersi alla Sala dei Ritratti. Verrà ricordata la figura di Franco Matacotta a 100 anni dalla nascita con la presenza del giornalista Marino Sinibaldi”.

a.g.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X