facebook twitter rss

Rasoiata di Agostini all’amministrazione:
“Aumentata la tassa rifiuti di 186mila euro”

PORTO SAN GIORGIO - L'ex sindaco: "E’ possibile scongiurare questo aumento indebito della pressione fiscale votando no al prossimo consiglio comunale perché un debito fuori bilancio così congegnato comporta una delibera illegittima con responsabilità di chi la vota per avere sovvertito la realtà di un contratto di pulizia"
Print Friendly, PDF & Email
Andrea Agostini

Andrea Agostini

“Non un’opinione, ma una decisione della Loira & co. scritta nero su bianco sulla pelle dei sangiorgesi”. L’ex sindaco Andrea Agostini torna alla carica dell’amministrazione Loira. E lo fa tirando in ballo la tassa sui rifiuti. E giù con la ricostruzione dei fatti: “Primavera scorsa, pulizia della spiaggia conseguente a mareggiate. Il sindaco Loira denuncia il re dei mari alla Procura della Repubblica e chiede aiuto alla politica di partito perché le spese di bonifica dell’arenile vengano pagate da Regione e Provincia ritenendo trattarsi di detriti illecitamente provenienti dai fiumi. Di illecito ad oggi neanche l’ombra e neppure una qualche dichiarazione di calamità naturale, ma sta di fatto che la San Giorgio Distribuzione e Servizi che per la pulizia della città, spiaggia compresa, non si fa bastare i 3.021.795,39 euro che già percepisce dai sangiorgesi, batte cassa per ulteriori 186.699,60 euro. Pulizie di primavera che la società non fa come contratto la obbliga, anzi chiede un extra sostenendo sole lei la straordinarietà degli eventi ed in nome di questa singolare straordinarietà appalta i servizi all’esterno alla Macero Maceratese. Consapevolezza del costo del servizio non preventiva, come evidenza pubblica impone, ma successiva, addirittura con nota dell’Amministratore della Sgds srl al Comune solo del 2 agosto 2016”.

01
Per le bolle di trasporto dei rifiuti addirittura si dovrà attendere il 27 ottobre ed il 15 novembre.
E chi paga ? Con proposta di deliberazione consiliare 24 ottobre 2016 n.2550, che andrà in discussione nel prossimo consiglio comunale di mercoledì 30 leggiamo, oltre la propaganda politica con i nomi del Pd Ceriscioli, Casini, Cesetti, Pieroni, Sciapichetti, Perugini, infine quello del Sindaco Loira impegnatosi molto a scrivere lettere (31/3, 17/6, 21/6, 9/8), resta solo una nota, di un funzionario che senza valore giuridico alcuno recita di un intento politico della Regione Marche di provvedere nel “redigendo bilancio regionale 2016 – 2019”. Allora chi paga il debito 2016 ? I sangiorgesi con un surplus di tassa rifiuti sul 2017. E’ possibile scongiurare questo aumento indebito della pressione fiscale ? Votando No perché un debito fuori bilancio così congegnato comporta una delibera illegittima con responsabilità di chi la vota per avere sovvertito la realtà di un contratto di pulizia che non contingenta quanti siano i rifiuti dell’arenile da rimuovere e trattare e quindi comprende nei suoi ordinari costi di gestione tutto ciò che non è forza maggiore. Votando No al prossimo consiglio comunale affinché la Sgds srl faccia economie e provveda a ciò che è normale in una cittadina rivierasca pure che in prossimità di fiumi, la pulizia della spiaggia. Votando No perché qui di calamità naturale c’è solo l’amministrazione Loira”.

02


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti