fbpx
facebook twitter rss

La Fermana torna a vincere
e sale al quarto posto

Print Friendly, PDF & Email

fermana-pineto01

FERMO – Per la prima volta in questo campionato la Fermana riesce a chiudere una partita in casa con ampio anticipo senza attendere il triplice fischio. Vittima di turno un Pineto la cui classifica pare anche troppo generosa per il livello tecnico e tattico della squadra. Ma prima di arrotondare nel secondo tempo con una doppietta di Margarita in pochi minuti il vantaggio del gol di Cremona nel primo tempo, i gialloblù hanno lasciato giocare troppo gli avversari che un paio di volte si sono avvicinati al pareggio creando la solita suspance.

IL TABELLINO

FERMANA 3  (4-2-3-1): Valentini; Maghzaoui (13′ st Russo), Comotto, Ferrante, Ispas; Urbinati (29′ st Omiccioli), Mane; Petrucci, Margarita, Misin; Cremona (22′ st Marolda). A disposizione: Polverino, Bossa, Ghiani, Marti, Forò, Mariani. All. Destro.

PINETO 0 (4-4-2): Mazzocchetti; Maloku, Assogna, Pisani, Di Rosa; Logoòuso, Esposito, Proietti (19′ pt Di Giorgio; 26′ st Ragatzu); Antenucci (1′ st Giammarino), Cacciatore. A disposizione: Parente, D’Antonio, Fazio, Colleluori, D’Angelo, Emili. All. Amaolo

ARBITRO: Frascaro di Firenze; Pepi e Toce

RETI: 13′ pt Cremona; 24′ st Margarita (rig.), 26′ st Margarita

NOTE: Espulso al 45′ pt Di Rosa per doppia ammonizione, ammoniti Maghzaoui (F), Di Rosa (P), Margarita (F), Pisani (P), recupero 3’+4′, angol 4–5,
spettatori circa 500 (compresi 16 in Curva ospiti)

LA CRONACA

13′ cross di Petrucci da destra, palla a giri contati per l’inzuccata di Cremona che anticipa un difensore centrale e mette in rete agevolmente: 1-0. 18′ colpo di testa di Logoluso da corner, parata agevole di Valentini. Poco dopo il Pineto perde Proietti per un infortunio e Daniele Amaolo è costretto alla prima sostituzione inserendo Di Giorgio. 26′ bella serpentina in area di Petrucci che conclude a rete sul secondo palo, ma la conclusione subisce una deviazione determinante a mandare la palla sul fondo anziché nello specchio della porta libero. Alla fine del primo tempo il Pineto resta in dieci per la seconda ammonizione a Di Rosa, prima per un fallo su Margarita, poi su Petrucci.

Secondo tempo: dopo undici minuti di niente, Cacciatore su punizione crea apprensione in area gialloblù con Valentini che allontana. Al 14′ Pisani sferra un pugno a Petrucci a gioco lontano, né arbitro né assistente lo vedono; un minuto dopo Valentini salva l’esiguo vantaggio dei suoi parando con freddezza su Ciarcellutti liberato da una distrazione difensiva dei gialloblù. 19′ Pineto pericoloso dal quinto corner, ma Valentini si immola e la rete gialloblù resta imbattuta. La Fermana non riesce ad imporre il gioco nonostante la superiorità numerica e tecnica, a risolvere la partita come al solito un episodio, su un affondo Margarita viene toccato fallosamente in area  da Giammarini che non viene neanche ammonito, mentre è Pisani a prendersi un giallo per proteste. Dal dischetto lo stesso Margarita non spiazza Mazzocchetti ma la conclusione a fil di palo entra egualmente: 2-0 (foto sopra). Partita in ghiaccio due minuti dopo con lo stesso Margarita che devia un cross dalla destra di Maghzaouicon un colpo di testa approfittando di uno sbilanciamento del Pineto proteso disperatamente in attacco nel tentativo di ridurre lo svantaggio e riaprire la partita. A nulla vale tra gli abruzzesi l’ingresso dell’ex Ragatzu, termina 3-0 per la Fermana.

Domenica prossima Fermana in casa del Romagna Centro, sperando di poter giocare al “Manuzzi” anziché a Martorano di Cesena; la decisione arriverà in settimana e dipenderà dal numero di spettatori previsti da Fermo.

Paolo Bartolomei

fermana-pineto2


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X