fbpx
facebook twitter rss

Gioco di squadra per Lido Tre Archi:
il grazie di Calcinaro al dirigente Sciamanna

Print Friendly, PDF & Email

polizia-sciamanna-lido-tre-archi-6

 

di Paolo Paoletti

calcinaro

Paolo Calcinaro

“Una presenza importante e discreta, che fa da deterrente e può essere allo stesso tempo uno strumento utile per i cittadini nella vita quotidiana. Sono contento perché era un segno atteso nel quartiere. Un ringraziamento al commissariato di polizia guidato dal dirigente Leo Sciamanna, ai suoi uomini e alla Questura che ha fornito il mezzo destinato appositamente per questo servizio”. Sono le parole del sindaco di Fermo Paolo Calcinaro evidentemente soddisfatto per il nuovo presidio mobile di polizia a Lido Tre Archi (leggi l’articolo). Una risposta ai cittadini ma anche un nuovo importante passo avanti in quello che è il percorso d’inclusione di un quartiere dalle enormi potenzialità ma per troppo tempo rimasto escluso dal nucleo cittadino. “Posso dire che la strada dell’inclusione e stata intrapresa – spiega Calcinaro – pensiamo alla lotta contro l’abbandono dei rifiuti, presto arriveranno nuove isole mobili e

Il dirigente del commissariato, Leo Sciamanna

Il dirigente del commissariato, Leo Sciamanna

telecamere, oltre ai controlli il fine settimana da parte dei vigili urbani. Riuscito anche l’esperimento della guardia medica estiva. Stanno dando i loro frutti anche le barriere installate contro il nomadismo: ad oggi non si sono registrate più presenze visto che sono stati bloccati tutti gli spazi potenzialmente appetibili”.

Un percorso fatto anche di interventi apparentemente di piccola entità ma in realtà molto significativi: “Pensiamo alla potatura delle siepi che creavano zone d’ombra dietro le quali potevano essere commessi potenziali piccoli reati relativi allo spaccio –  sottolinea Calcinaro – continua la collaborazione con i cittadini e le forze dell’ordine”.

Calcinaro che lascia inoltre intendere come qualcosa bolle in pentola: “Speriamo di poter, a breve, portare anche ulteriori novità, speriamo di avere belle notizie”.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X