facebook twitter rss

Fermana, vince a Cesena
e si arrampica al terzo posto

SERIE D - Il terzo gol di Cremona in tre partite e la rete di Petrucci regalano ai gialloblù la nona vittoria in campionato, quarta esterna, e grazie ai concomitanti risultati, i canarini agganciano la Vastese in zona podio, portandosi a soli due punti dalla capolista Matelica
Print Friendly, PDF & Email
tifosi-fermana-manuzzi

I tifosi accorsi allo stadio Manuzzi

CESENA – Delle prime cinque in classifica la Fermana fa bottino pieno. Matelica e Vastese bloccate sul pari in trasferta, Agnonese pareggia 2-2 in extremis e la Fermana guadagna posizioni importanti portandosi a -2 dalla vetta. Giovedì di nuovo in campo al “Recchioni” contro un’altra romagnola, la Sammaurese allenata dall’ex gloria canarina Stefano Protti.

IL TABELLINO

ROMAGNA CENTRO 0 (4-3-3): Bissi, Magrini, Ferrari (35’st Battiloro), Gori, Brunetti, Paolini, Amati (21’st Tomassini), Pasquini, Ferri, D’Elia (28′ Indelicato), Bussaglia. A disposizione: Giannelli, Mazzavillani, Valdifiori, Prati, Missiroli, Rava. Allenatore: Muccioli.

FERMANA 2 (4-3-3): Valentini, Maghzaoui, Ispas, Manè, Comotto, Ferrante (16’st Bossa), Petrucci, Urbinati (41’st Clemente), Cremona, Margarita (11’st Russo), Misin. A disposizione: Torresi, Ghiani, Forò, Amendola, Marti, Molinari. Allenatore: Destro.

ARBITRO: Ferrieri Caputi di Livorno; Giuggioli di Grosseto e Castro di Livorno.

RETI: 21’pt Cremona, 40’st Petrucci

NOTE: ammoniti Ferrari (8’pt, gioco falloso), Gori (22’pt, gioco falloso), Urbinati (30’pt, gioco falloso), Maghzaoui (22’st, gioco falloso); angoli 1-4; recupero 1+5.

LA CRONACA

Al Manuzzi di Cesena mister Flavio Destro riproprone il 4-3-3, che utilizza da alcune settimane, con il solo Cremona al centro dell’attacco, supportato dagli esterni, ma molto mobili, Petrucci e Margarita, a centrocampo l’incontrista Urbinati, il “tuttofare” Misin e il talentuoso Mane; in difesa confermati gli esterni e al centro della difesa ancora Ferrante accanto a Comotto. In sostanza nessuna novità particolare obbligata dal calciomercato, essendo partiti solo giocatori poco impiegati. Nel finale esordio di Clemente, l’unico giocatore convocato tra i nuovi arrivi. In curva il solito centinaio di fedelissimi che seguono la Fermana ovunque.

Dopo alcune folate offensive di Petrucci, Misin e un tentativo di testa di Cremona, la Fermana passa in vantaggio al 21′ del primo tempo grazie al terzo gol di Luca Cremona in tre partite consecutive (quarto in campionato); cross di Misin e inzuccata del numero 9 gialloblù. La reazione dei locali non si fa attendere e l’estremo difensore Valentini è costretto ad un paio di interventi risolutivi, ma poco prima del termine del primo tempo una staffilata di Misin termina sul fondo, sfiorando il palo.

La ripresa comincia con alcune iniziative della Fermana portate da Mane, poi nello stesso minuto del gol, Cremona va vicinissimo al raddoppio con una bella rovesciata. Intorno alla mezz’ora Fermana troppo arroccata davanti alla propria area di rigore, subendo oltre il dovuto la manovra dei biancocelesti che portano alcuni pericoli, ma già sin dall’uscita di Margarita la Fermana ha avuto maggiori difficoltà nel controllo del gioco. Poi quando mancano pochi minuti al termine Petrucci (quarta segnatura personale in stagione anche per lui) chiude in anticipo la prima pratica romagnola, facendo salire ancora di più la Fermana in classsifica che adesso tallona la capolista Matelica, bloccata a Pesaro sul pareggio.

Paolo Bartolomei

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti