facebook twitter rss

Malloni, centrato il derby interno
contro la Goldengas

SERIE B - Un super Lovatti nel finale di gara spinge l'ago della bilancia a favore della compagine di coach Domizioli. Battuta Senigallia, ecco la zona podio
Print Friendly, PDF & Email

malloni-basket-porto-santelpidio

PORTO SANT´ELPIDIO – Terza vittoria consecutiva, la settima stagionale e terzo posto in classifica a quattro punti dalla capolista Montegranaro. Altra domenica da ricordare, quella del Palas di Via Ungheria per la Malloni che batte 73-61 nel primo derby stagionale la Goldengas Senigallia. È stato un derby dai due volti con Senigallia che per lunghi tratti ha accarezzato l´idea di compiere il colpaccio grazie alle ottime prestazioni di Caverni e Maggiotto.

IL TABELLINO

MALLONI 73: Piccone, Catakovic 1, Torresi 12, Cernivani 15, Fiorito 6, Trovato, Lovatti 14, Romani 2, Cacace 15, Brighi 4. Allenatore Domizioli

GOLDENGAS: 61 Maggiotto 16, Pierantoni, Gnaccarini 11, Giampieri 2, Caverni13, Bertoni 8, Bastone, Pietrini, Del Torto, Serrani. Allenatore Valli

ARBITRI: Posti di Marsciano e Miniati di San Giovanni Valdarno

PARZIALI:  14 – 24; 28 – 36; 46 – 45

LA CRONACA

La partenza della Malloni non è delle migliori, squadra distratta che stenta a trovare il ritmo in attacco mentre dall’altra parte gli ospiti biancorossi trovano nei piccoli la chiave per creare non pochi problemi a Torresi e compagni. Il 14-24 del primo quarto testimonia il brutto avvio biancoazzurro, tuttavia nei secondi dieci minuti di gioco la Malloni riesce soltanto parzialmente a tornare in partita grazie alla fisicità di Cacace e ad un Torresi ispirato. All´intervallo Senigallia conduce di otto (28-36) e per i locali l´impressione è quella che per avere ragione di un avversario così coriaceo servirà fare qualcosa di più.

Dagli spogliatoi esce una Malloni rigenerata che trova finalmente fluidità dal perimetro con Cernivani ed il Lovatti delle migliori domeniche. Un parziale di 18-9 consente alla squadra di casa di mettere la testa avanti e alla penultima sirena i ragazzi di coach Domizioli conducono di uno (46-45). Senigallia ha il merito di non crollare e tiene botta fino a raggiungere nuovamente il vantaggio di due punti (55-57 a 5´24” dalla fine). Da lì in poi si erge a protagonista indiscusso Fabio Lovatti: otto punti del play di Porto San Giorgio intervallati da una tripla di Cacace e gara in ghiaccio. Finisce 73-61 con il Palas tutto in piedi a salutare l´ennesima super prestazione di una squadra capace di far sognare. Giovedì a Rimini match complicatissimo contro una formazione simile alla Malloni.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti