fbpx
facebook twitter rss

I rifugiati a scuola di pizza

FERMO - Da Pizza.it: "I sedici allievi sono in Italia grazie al sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati (Sprar). Quasi tutti sono seguiti dal Gus, organizzatore del corso, di Macerata, Servigliano, Falerone, Magliano, altri provengono dalla cosiddetta emergenza che fa capo alla Prefettura di Fermo"
Print Friendly, PDF & Email

img_3328

Tutti a scuola di pizza da Pizza.it. Nei giorni scorsi sedici tra richiedenti asilo e rifugiati, dopo aver partecipato al corso, sono stati impegnati in un saggio conclusivo sulla preparazione di pizze. “I sedici allievi – fanno sapere da Pizza.it – sono in Italia grazie al sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati (Sprar). Quasi tutti sono seguiti dal Gus, organizzatore del corso, di Macerata, Servigliano, Falerone, Magliano, altri provengono dalla cosiddetta emergenza che fa capo alla Prefettura di Fermo
Al saggio conclusivo hanno partecipato l’assessore Alberto Maria Scarfini, la giornalista Alessandra Cicalini, l’attrice Elisa Ravanesi, lo chef Benito Ricci, il direttore di Pizza.it Umberto Bachetti e gli organizzatori del corso”. I corsisti sono Khwajakhel Hameedullah, Ballde Meta, Said Bonera, Sabazia Sai, Doumbouya Oumar, Orhionkpaiyo Friday, Ikpia Nosa, Mbengue Mamadou, Sarr Lamine, Amiri Hamidullah, Darwish Wheed Ulla, Ghulam Yar Ahmad Zia, Allagul Saddiq, Safi Usmani, Soleimani Ayatula, Solemani Yousef.

img_3332

img_3397

img_3416

img_3428

img_3439


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X