facebook twitter rss

Poderosa, per l’infrasettimanale
arriva l’ostacolo Ortona

SERIE B - Squadra avversaria da temere, con le numerose incognite d'avvio di stagione. Sfruttare il fattore campo per proseguire la marcia in vetta alla classifica, il punto della situazione dalle vive parole di Diomede
Print Friendly, PDF & Email

diomede-scatoMONTEGRANARO – Ultimo impegno casalingo del 2016 per la XL Extralight che domani pomeriggio (ore 18.00, palasport di via Martiri d’Ungheria) riceve la visita della We’re Basket Ortona. La Poderosa arriva al match forte di una striscia positiva aperta che dura ormai da nove partite e che l’ha spinta in vetta alla classifica del girone D. Sarebbe però delittuoso pensare che quanto fatto finora basti per sopravanzare una squadra di talento come quella abruzzese, che al momento ha dovuto fronteggiare infortuni e problemi a non finire.

Un inizio di stagione turbolento quello dei biancoblù, che complici acciacchi ed infortuni (solo cinque giocatori sono scesi in campo in tutte le dieci partite finora disputate) raramente sono riusciti a mettere sul campo tutte le armi a disposizione. A complicare le cose ci si è messo pure un inaspettato cambio di allenatore, con coach Sandro Di Salvatore, giunto in estate a rimpiazzare il decano Domenico Sorgentone volato a Bisceglie, che ha mollato un mese fa per motivi personali. Al suo posto è arrivato Daniele Quilici, ma la musica non è cambiata granché, anche se il successo netto su Isernia di domenica scorsa ha ridato un po’ di ossigeno alla We’re.

Tra i giocatori da tenere d’occhio, in primis il trio Gialloreto-Castelluccia-Di Carmine, che produce oltre 47 punti di media, ma la forza del roster ortonese sta proprio nella profondità e nella varietà delle armi che può impiegare. Chi conosce bene la We’re è sicuramente Manuel Diomede, che lo scorso gennaio aveva lasciato proprio Ortona per sposare la causa veregrense.

Diomede, iniziamo dalla partita di domenica scorsa a Giulianova. Qualche sofferenza in avvio, poi tutto in discesa….

“Sapevamo che in casa la Etomilu parte spesso molto forte. Ma una volta prese le misure ed alzato la difesa siamo riusciti a far diventare la partita abbastanza semplice. Un buon viatico per una settimana delicata, che si completerà con il match di domani contro Ortona ed il derby di domenica pomeriggio a Porto Sant’Elpidio. Il calendario ci ha messo davanti ad un mese di dicembre bello tosto, con partite molto importanti. L’abbiamo iniziato bene, ma pensiamo come sempre una gara alla volta e quindi in primis ad Ortona”.

Ortona che è la tua ex squadra, appunto…

“Per me è sempre una partita speciale. Ho vinto un campionato e mi sono trovato benissimo lì. Farà piacere rincontrare gli ex compagni che ancora vi sono rimasti. A livello tecnico, la We’re è una squadra che non molla mai e che ha talento. Proprio per questo forse si aspettavano qualcosa in più in questa prima parte di stagione. Ma questo campionato è tosto e se non sei al 100% si rischia sempre. Hanno avuto un inizio difficile, qualche infortunio ed il cambio di allenatore, ma la squadra è forte, non ci sono dubbi”.

Sei uno dei due confermati dalla stagione passata. Quali sono le differenze tra la Poderosa 2015/2016 e quella di questa stagione?

“Forse quest’anno siamo una squadra meno bella da vedere, ma che lotta di più, che fa tanto lavoro sporco. Siamo più solidi in difesa ma in attacco non ci manca il talento. Altrimenti non vinceremmo le partite. Stiamo facendo un bel cammino, sappiamo tutti qual è l’obiettivo e lo puntiamo partita dopo partita”.

La partita sarà trasmessa in diretta audio web su Poderosa Live Radio, ascoltabile in streaming a questo link: https://www.spreaker.com/user/poderosa

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti