facebook twitter rss

“Vi dico perché ho reagito”,
il racconto dell’uomo
che ha placcato il rapinatore alle Poste

SERVIGLIANO - "Accanto a me c'era una signora che iniziava a non sentirsi bene. Poi è partito un uomo. A quel punto sono scattato anche io"
Print Friendly, PDF & Email

ufficio-postale-seervigliano

di Matteo Achilli

Ritrovarsi nel bel mezzo di una rapina e sventarla, è quanto successo ieri mattina al 42enne operaio M.A. mentre si trovava all’interno dell’ ufficio postale di Servigliano (leggi l’articolo). “Ero all’interno dell ufficio postale – ci racconta – quando ad un tratto è entrato un uomo incappucciato e brandendo una pistola ha iniziato a minacciare l’impiegata. Accanto a me c’era una signora che iniziava a non sentirsi bene per via dello shock, così trovandoci spaesati, abbiamo iniziato a spostarci lateralmente per metterci al sicuro. E mentre ci stavamo spostando ho visto un altro cliente avventarsi sul malvivente, così mi sono gettato anche io per aiutarlo. Nella colluttazione è partito un colpo di pistola, che poi si è fortunatamente inceppata. Nel frattempo erano stati avvisati carabinieri che, dopo essere arrivati, hanno preso in custodia il rapinatore”. Sangue freddo e molto coraggio quelli dimostrati da M.A e dall’altro cliente, che senza pensarci due volte hanno evitato l’ennesima rapina.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti