facebook twitter rss

Fermana condannata a
vincere ogni domenica

SERIE D – I gialloblù ad Alfonsine incontrano la terza compagine romagnola consecutiva. Con altre quattro avversarie, tutte vicine alla vetta, gli uomini di Destro non possono permettersi pause per non rischiare ritardi dal gruppo di testa
Print Friendly, PDF & Email

romagna-c-fermana-10

FERMO – Nel turno infrasettimanale di giovedì la Fermana non è riuscita a cogliere la grossa opportunità di portarsi in testa da sola, approfittando dell’incredibile scivolone interno del Matelica grazie al quale, nonostante il pareggio, i gialloblù sono sempre più vicini alla vetta, solo un punto. Nell’ammucchiata però i gialloblù sono sempre quarti dietro ai biancorossi e al San Nicolò e a pari punti con la Vastese, con cui l’unico scontro diretto è sfavorevole. Una situazione che in testa alla classifica non si verificava da anni ed è difficile prevedere che la graduatoria si allunghi a breve visto che nessuna squadra ha voglia di mollare.
La Fermana è la squadra con più vittorie del girone (9, assieme al Matelica), e meno pareggi (solo 2). Domani la Destro band èsarà di scena ad Alfonsine, nel Ravennate, un’altra avversaria mai incontrata. A differenza della Sammaurese, i biancocelesti sono quartultimi a 14 punti, di cui 9 conquistati in casa: due vittorie, tre pareggi e ben due sconfitte sul campo “Brigata Cremona” contro Matelica e Agnonese, mentre con la Vastese hanno resistito (0-0). Mentre la Sammaurese ha la miglior difesa del girone F, la prossima avversaria della Fermana ha la quarta peggior difesa del girone mentre l’attacco è tra i migliori della medio-bassa classifica. Nessun ex in questa partita.

La Fermana è costretta a vincere sempre: con ben tre pretendenti al primo posto, a cui si è inserita anche la Vis Pesaro che è salita a -2 dai canarini, con un pareggio fuori casa, anche se di norma risultato favorevole, può rischiare di essere distaccata. Quella di domani sarà l’ultima partita a distanza ravvicinata dall’altra in questo autunno di fuoco che ha costretto il tecnico a far ruotare tutti i giocatori a disposizione e cambiare in continuazione la formazione. Non tutti gli effettivi hanno smaltito appieno le scorie del post-Sammaurese e Destro, come al solito si, riserva di decidere solo in extremis la formazione. Out di certo, oltre a Sene, anche Ferrante; entrambi riprenderanno a giocare a gennaio, e poco dopo anche il nuovo acquisto Mandorino. Nelle ultime due partite hanno esordito gli altri tre nuovi acquisti, Clemente, D’Angelo e Gadda, che danno al tecnico più margini di scelta.

Auguri – Compie 33 anni il capitano della Fermana Marco Comotto. Lui, assieme a Valentini e Petrucci, sono gli unici giocatori ad essere stati schierati in tutte le 15 partite.

Arbitro – Milos Tomasello Andulajevic di Messina, secondo anno di D, nessun precedente. Assistenti veneti: Albertin e Tinello.

I convocati – Sono ben 22, viste le non perfette condizioni di qualcuno, in modo da dare più margine di scelta a mister Destro domani prima della gara: Amendola, Bossa, Clemente, Comotto, Cremona, D’Angelo, Doci, Forò, Gadda, Ghiani, Giacomozzi, Ispas, Manè, Margarita, Marti, Misin, Molinari, Petrucci, Russo, Torresi, Urbinati, Valentini.

Paolo Bartolomei


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti