facebook twitter rss

Il Trodica batte il cinque
sul campo del
Monturano Campiglione

PROMOZIONE - Goleada e minimo sforzo per gli ospiti, delusione e sofferenza per i locali. Risultato giusto che non lascia spazio a molti commenti. I lupi sembrano aver perso il pelo e anche il vizio. Il punto di Massimo Mengoni
Print Friendly, PDF & Email

 

Il dirigente Massimo Mengoni

MONTE URANO – Al Comunale, i ragazzi di Giandomenico si presentano in grande spolvero con tre vittorie nelle ultime quattro gare e con in testa solo il terzo posto. Roberto Bagalini recupera Cerquozzi dopo un lungo stop ma deve fare a meno di Fabrizio Vallesi. Il Trodica si diverte e senza troppe fatiche chiude la pratica, lasciando il Monturano Campiglione in quartultima posizione.

Il dirigente Massimo Mengoni fa il punto della situazione.

IL TABELLINO

MONTURANO CAMPIGLIONE (4-4-2) 0: Diomedi; Marziali (1′ st Belleggia), Mandolesi, Cerquozzi, Barbabietolini (5′ st Vallesi Paolo); Berto, Bosoni, Renzi, Bracalente; Malloni, Ulissi (15′ pt Facciaroni). All. Bagalini

TRODICA (4-3-3) 5:  Renzi; Berrettoni, Castracani, Petruzzelli, Romagnoli; Perugini, Meschini, Giri; Eclizietta (10′ st Pazzi), Castellano (27′ st Orlando), Mangiola (25′ st Lambertucci). All. Giandomenico

RETI: 9′ pt e 15′ pt Mangiola, 9′ st Eclizietta, 15′ st Giri, 28′ st Castellano

ARBITRO: Nicholas Santucci di Jesi, Zef Preci di Macerata, Luca Antonelli di Macerata

LE DICHIARAZIONI

“É una sconfitta giusta e per quanto visto in campo. I cinque gol subiti ci stanno tutti – ha dichiarato nel post gara Massimo Mengoni, personalità di spicco nel sodalizio monturanese, che prosegue – Non si può pensare di scendere in campo con questo tipo di atteggiamento, arrendevole e rinunciatario, bisogna assolutamente invertire la rotta. É vero, accusavamo l’assenza di un giocatore importantissimo per noi, quale Fabrizio Vallesi, ma non si può pensare che ci sia sempre lui a fare reparto da solo e a risolvere le gare, serve la collaborazione e il sacrificio di tutti. Un risultato così tondo non si era mai registrato negli anni precedenti, dunque questo deve essere un campanello d’allarme. La società non ha intenzione di  operare sul mercato di Dicembre perché nel dna del Monturano Campiglione si è sempore data fiducia ai giocatori scelti in estate, senza mai tornare sui propri passi e apportare modifiche alla rosa; se la società deciderà di metterci mano, sarà solo per quanto riguarda il reparto offensivo, perchè abbiamo un gran bisogno di un forte attaccante che dia il cambio o che funga da spalla per Vallesi. Resta il fatto che la prestazione di oggi è incommentabile, tutti i giocatori e il mister Bagalini dovranno rivedere i loro piani. Siamo saliti su un ottovolante, con continui ‘up and down’ e non va bene, bisogna trovare un equilibrio. Non si può vincere contro l’Aurora Treia e poi pareggiare a stento contro il Corridonia: c’è qualcosa che non va, soprattutto nell’atteggiamento che i giocatori dimostrano sul terreno di gioco. Ora non è per niente facile, ci attende un altro match casalingo contro la Lorese e sarà importante vedere se il passivo subito oggi è servito per suonare la sveglia o se ha spento ulteriormente gli animi. Sicuramente ci si aspetta una reazione d’orgoglio e una prestazione sul campo ben lontana da quella vista nel match odierno”.

Leonardo Nevischi


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti