facebook twitter rss

Siva Virtus, Fabriano amara
per un solo punto

SERIE C SILVER - La compagine di Ambrico torna dal parquet della capolista senza ossigeno per la classifica ma con la consapevolezza di aver fronteggiato una squadra di valore per larghi tratti della gara ad armi pari
Print Friendly, PDF & Email

FABRIANO (AN) – Peccato! Questa e’ la parola che può sintetizzare nel migliore dei modi la partita della Siva contro lo Janus Fabriano al Pala Guerrieri. I ragazzi di coach Ambrico hanno fatto certamente una bella figura al cospetto della capolista del campionato, ma lo scoramento e’ tantissimo per come e’ andata la partita.

IL TABELLINO

JANUS FABRIANO 71: Cavoletti, Patrizi, Cummings, Giuseppetti 3, Paoletti n.e., Fanesi n.e., Pellegrini n.e., Bugionovo 11, Tarolis 13, Quercia 20, Nedwick 7, Pandolfi 17. All. Aniello. T.L. 11/14.

SIVA VIRTUS PORTO SAN GIORGIO 70: Riga n.e., Alvear, Perini 1, Belleggia 2, Spaccapaniccia, Mc Henry 13, Tortolini 4, Tombolini 19, Sagripanti 10, Belin 21. All. Ambrico, Vice-All. Del Pontano. T.L. 7/15.

PARZIALI: 24 – 13, 44 – 29, 56 – 57, 71 – 70

LA CRONACA

Ad un dominio netto dei padroni di casa nella prima meta’ gara, la Virtus ha risposto con due secondi quarti di assoluto valore difensivo e offensivo, grande volontà e gioco di squadra che ha dato la possibilità di vincere il match, purtroppo negato per quelle “straordinarie situazioni” (leggasi tiro-partita finito sul ferro al suono della sirena) che solo il basket riesce a dare.

Il primo periodo vede i ragazzi di coach Aniello partire alla grande con un break iniziale di 9-0, con gli ospiti decisamente “sonnolenti” e poco reattivi, per proseguire con vantaggi sempre più ampi fino al 24-13 di fine quarto; anche nel secondo le cose non cambiano, anzi la Virtus rischia di subire la classica imbarcata che potrebbe dire fine match, ma fortunatamente tiene fino al -15 di fine tempo (44-29).

Al rientro dal riposo lungo, ecco che arrivano i sangiorgesi, che si ricordano di essere squadra con una difesa a zona 2-3 accorta, e cominciano a recuperare palloni su palloni, che mandano il “folletto” Mc Henry a volare in contropiede per fornire assist su assist a Belin, Sagripanti e Tombolini, letali dalla linea dei tre punti con un parziale di 20-2 che ribalta letteralmente la contesa per un 56-57 ospite prima degli ultimi 10′ minuti finali decisivi.

Qui si assiste ad un continuo ribaltamento di punteggio, con scarti minimi, per arrivare agli ultimi 120″ secondi dove succede di tutto: la Virtus va’ sul +4 (66-70), dopo un tecnico assegnato ai padroni di casa, dall’altra parte Bugionovo con una tripla ricuce a -1 e cosi la Siva va’ in attacco ma subisce una clamorosa “chiamata arbitrale” con uno sfondamento dato a Mc Henry e la palla torna a Fabriano per gli ultimi 22″ secondi dove un super Pandolfi (il migliore dei suoi) a meno 6″ trova il “lay-up” vincente; time-out Virtus con rimessa in attacco che porta Mc Henry ad una impossibile tripla che si spegne sul ferro e sancisce la vittoria Janus 71-70.

La squadra sangiorgese ha dimostrato di potersela giocare alla pari con tutte e quindi bisogna proseguire nel lavoro settimanale pronti ad un altro grosso scontro, domenica prossima, contro l’altra capolista Virtus Civitanova.

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti