facebook twitter rss

Il coro polifonico dell’Annunziata protagonista del Natale Elpidiense

PORTO SANT'ELPIDIO - Samuele Giacomozzi al pianoforte, Roberto Stampatori al basso e Piero Di Stefano alla batteria questo il terzetto dei musicisti che accompagneranno la corale
Print Friendly, PDF & Email

 

di Maikol Di Stefano

Torna a Porto Sant’Elpidio all’interno del Teatro delle Api la seconda edizioni di “Natale in Cornice”. L’appuntamento fissato per sabato 17 dicembre, alle ore 21.15 con ingresso gratuito, riporta in città il concerto del Coro polifonico dell’Annunziata, uno spettacolo diretto dal maestro Samuele Giacomozzi.

Siamo oramai in collaborazione per il 4 anno consecutivo con l’amministrazione comunale di Porto Sant’Elpidio. Un appuntamento divenuto fisso in città per i consueti auguri di natale. Siamo felicissimi di presentare un’edizione particolare, nella quale sono molteplici gli aspetti innovativi. – spiega Maja Matic’, presidentessa del coro – Per prima cosa quest’anno la nostra corale si cimenta in un genere mai provato prima, ma come Onlus quest’anno faremo la donazione alla Fenice d’Amandola. Il nostro obiettivo è sempre lo stesso, offrire un ingresso gratuito al pubblico e promuovere nel corso del concerto una raccolta fondi. I motivi che hanno portato alla scelta de La Fenice sono fondamentalmente due. Il primo come ovvio il terremoto. Il secondo è di valore affettivo, visto che lo o scorso anno abbiamo ospitato la ginestra di Amandola. In più anche il nostro maestro è originario della città colpita dal sisma”.

Samuele Giacomozzi al pianoforte, Roberto Stampatori al basso e Piero Di Stefano alla batteria questo il terzetto dei musicisti che accompagneranno la corale. “Il lavoro che c’è dietro a questo concerto è impegnativo e appagante allo stesso tempo. Qui non ci sarà il gospel classico, ma bensì un’espressione che lo può definire come colto e artisticamente importante. – spiega il maestro Giacomozzi – Sarà una messa da concerto, nella quale proponiamo qualcosa che il coro ha accolto molto positivamente. È un repertorio sul quale bisogna lavorare, complesso al punto tale da doverlo sentire in maniera viscerale”. Un evento nel quale ci saranno anche ospiti d’eccezione come Cinzia Dominguez, Animus Aka Iak e il coro “Le voci dell’unisono”.  Una serata possibile grazie alla Fondazione cassa di Risparmio di Fermo e al comune di Porto Sant’Elpidio. “Come ogni anno da qualche tempo, per noi è motivo d’orgoglio questa serata pre natalizia. Vedere una collaborazione con le altre corali della città, creando armonia fra le realtà cittadine mi rende felice. – spiega l’assessore alla cultura, Monica Leoni – Questo è un Natale particolare, dove fa piacere ospite La Fenice, che rappresenta la rinascita nel voler continuare e ripartire subito dopo quanto accaduto nei mesi passati”.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti