facebook twitter rss

Mastrovincenzo con i terremotati
alla Camera per il concerto di Natale

ROMA - Il presidente del consiglio regionale: "Una giornata significativa che rafforza il senso di comunità", la presidente della Camera, Laura Boldrini ai terremotati: "Non cedete alla rassegnazione perché sono convinta che insieme ce la faremo"
Print Friendly, PDF & Email

Antonio Mastrovincenzo

“Una giornata significativa che rafforza il senso di comunità, un momento di serenità per tante persone che hanno vissuto il dramma del terremoto, una ulteriore dimostrazione di attenzione delle istituzioni nazionali, all’indomani della terza visita nel nostro territorio del Capo dello Stato Mattarella”. Così il presidente del Consiglio regionale, Antonio Mastrovincenzo, in occasione del Concerto di Natale che si è tenuto oggi a Montecitorio dedicato alle popolazioni colpite dal sisma. Folta la delegazione marchigiana con i presidenti Mastrovincenzo e Ceriscioli, i consiglieri regionali Gianluca Busilacchi ed Elena Leonardi, i sindaci dei Comuni marchigiani colpiti dal sisma con le loro comunità, i ragazzi della scuola di Arquata del Tronto, i Rettori delle Università di Macerata e Camerino, i rappresentanti dei Gus marchigiani, dell’Anci e della protezione civile.
“Grazie alla Presidente della Camera Boldrini – prosegue Mastrovincenzo nella nota – per aver organizzato questa iniziativa e alla Protezione Civile, fondamentale come al solito nel supporto logistico e organizzativo.”
Il concerto, eseguito dalla JuniOrchestra dell’Accademia nazionale di Santa Cecilia, si è aperto con le note dell’inno di Mameli cui è seguito l’intervento della presidente Laura Boldrini.

Laura Boldrini

 

“Non cedete alla rassegnazione – ha detto la Boldrini – perché sono convinta che insieme ce la faremo.” Dopo aver elogiato la grande dignità delle popolazioni colpite dal sisma, la presidente della Camera ha sottolineato l’importante opera svolta dalla Protezione civile e da tutte le forze impegnate nel dopo sisma, ribadendo la necessità della messa in sicurezza del nostro territorio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti