facebook twitter rss

Banca della Provincia di Macerata: 2 mila capi di abbigliamento in pile per i terremotati di Porto Sant’Elpidio

Print Friendly, PDF & Email

 

Aiuti concreti dalla Banca della Provincia di Macerata. Di fronte ai recenti tragici eventi sismici, la Banca della Provincia di Macerata ha deciso di continuare a sostenere le popolazioni del nostro territorio realizzando duemila capi di abbigliamento in pile, destinati alla Protezione Civile di Porto Sant’Elpidio per gli sfollati ospitati nei camping della costa. Sono più di 8.000 le persone che hanno dovuto abbandonare le proprie abitazioni e che ora vivono nei villaggi turistici lungo la costa, e la Banca ha voluto dare un aiuto concreto a tutta questa gente che dovrà affrontare un freddo inverno fuori dalle proprie case.
La Banca ha inoltre provveduto a destinare le somme raccolte sul conto corrente acceso a favore dei terremotati alla Regione Marche al fine di far fronte ai bisogni immediati delle popolazioni colpite dal sisma ed ai successivi interventi mirati sulle città.
I fondi raccolti ammontano a €18.791, di cui €10.000 donati dalla Banca della Provincia di Macerata, €5.000 dall’Associazione delle Banche Private e l’importo restante è stato il frutto delle donazioni effettuate.
Un’altra iniziativa di solidarietà si aggiunge a quelle già messe in atto. La Banca della Provincia di Macerata ha infatti deciso di acquistare pacchi natalizi contenenti prodotti di eccellente qualità provenienti da aziende terremotate come il panettone, torrone e pasta all’uovo di Camerino, le lenticchie di Serravalle, il ciauscolo di Muccia, la confettura di Norcia… Un gesto di sostegno e di solidarietà, un segno che la Banca della Provincia di Macerata ha voluto dare per fornire in breve tempo un aiuto utile ed efficace, al fine di sostenere iniziative che tendano la mano all’economia della nostra regione così provata dai danni provocati dai recenti eventi sismici.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti