facebook twitter rss

Cristiani, musulmani, ebrei
e sikh uniti:
incontro di preghiera tra religioni

AMANDOLA - Un momento organizzato dalla parrocchia con i sacerdoti Don Paolo e Don Cristian in collaborazione con l'assessore all'immigrazione Chiara Scire' e Delia, Renato e Danilo, operatori della struttura di accoglienza per i rifugiati politici
Print Friendly, PDF & Email

 

Lunedi scorso Amandola si è riunita in preghiera nella struttura di accoglienza dei rifugiati politici. Un momento di preghiera delle diverse religioni che convivono in Amandola: cristiani, musulmani, sikh ed ebrei. “Un momento – fa sapere l’assessore alle politiche per l’integrazione, Chiara Scirè – in cui ognuno ha pregato con il suo cuore per la pace. Sono stati letti i brani coranici che parlano della Vergine Maria in diverse lingue: arabo, inglese, francese, italiano. Con calore i partecipanti hanno ascoltato la preghiera dei Sikh, la preghiera musulmana, l’intervento di un signore ebreo e la lettura di un brano del Vangelo di Luca in cui si racconta la nascita di Gesù e noi, cristiani abbiamo pregato il Padre Nostro. Un momento di preghiera che chiedeva la pace sulla terra”, organizzato dalla parrocchia grazie ai sacerdoti Don Paolo e Don Cristian in collaborazione con l’assessore all’immigrazione Chiara Scire’ e gli operatori della struttura di accoglienza Delia, Renato e Danilo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti