facebook twitter rss

Atto vandalico contro
il monumento dei carabinieri

Print Friendly, PDF & Email

Si registra purtroppo un nuovo atto vandalico, questa volta è stato danneggiato il monumento dedicato ai carabinieri dello scultore cingolano Rocchetti che l’associazione Carabinieri in congedo, guidata dal presidente Giovanni Valentini, aveva posto nel Campo dei Tigli il 15 maggio come momento clou del raduno interregionale alla presenza del generale Giuliani, comandante interregionale dell’Arma, del generale Favarolo, comandante della Regione Marche, del Capitano Peluso della compagnia di Fermo e del comandante della locale stazione, il maresciallo Di Risio. Due i danneggiamenti visibili ad una prima ispezione: una scheggiatura nella parte raffigurante i due carabinieri, e l’asportazione dalla targa sotto al simbolo dorato rappresentante la fiamma presente nei copricapo dell’arma.

Il presidente Giovanni Valentini appena scoperto l’atto vandalico ha sporto denuncia. Si pensa anche che oltre l’atto vandalico, sia stato un vero e proprio tentativo di furto pensando di ritrovare metalli pregiati come l’oro dello stemma, che invece è solamente metallo verniciato, e per valutare se la statua dell’artista cingolano fosse di un metallo (bronzo o rame) che una volta fuso avrebbe reso in termini economici. In quest’ ultimo caso gli autori del gesto saranno rimasti delusi visto che in nessuno dei due casi potranno ricavare qualcosa.
Loredano Zengarini


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti