facebook twitter rss

Il Montegiorgio brinda al nuovo anno

ECCELLENZA - Il presidente Beleggia, i dirigenti e la squadra si sono ritrovati ieri sera per festeggiare l'anno che verrà e ripercorrere una prima parte di stagione ricca di soddisfazioni
Print Friendly, PDF & Email

Brindisi di squadra

MONTEGIORGIO – Si è tenuta ieri sera all’Hotel San Paolo la cena sociale della squadra presieduta dal presidente Lanfranco Beleggia. Un clima disteso e festoso quello che ha accompagnato la serata rossoblù, a cui hanno partecipato tutto lo staff dirigenziale e la rosa quasi al completo, unici assenti Hoxha e Passalacqua in vacanza per qualche giorno con il permesso di mister Fenucci.

Una cena per festeggiare l’anno che verrà, ma anche per tirare il bilancio su questa prima parte di stagione ricca di soddisfazioni per il sodalizio di via Giotto.

Il Montegiorgio ha infatti chiuso l’anno solare con 28 punti, che l’hanno proiettata al quinto posto, ultimo utile per accedere ai playoff. Tutto questo grazie ad un’ ottimo girone d’andata, che ha visto gli uomini di Fenucci centrare otto vittorie, quattro pareggi e altrettante sconfitte, con 22 reti messe a segno e soltanto undici subite, che fanno di quella montegiorgese la terza miglior difesa del campionato, oramai imbattuta da cinque gare.

Il dato senza dubbio più interessante arriva però dall’anagrafica, dopo il mercato di riparazione infatti, il Montegiorgio si è ritrovato una formazione giovanissima. Eccezion fatta per capitan Ruggeri, il resto della rosa è composto da tutti calciatori nati negli anni ’90, che hanno “costretto” il tecnico a schierare anche cinque under nelle ultime uscite stagionali.

Largo ai giovani dunque, è questa la strada che il Montegiorgio sta percorrendo e che fin qui ha dimostrato di essere quella giusta, con la speranza che porti ad un futuro ricco di soddisfazioni.

Matteo Achilli

Il ds Zeno Cesetti, il tecnico Gianluca Fenucci e il presidente Lanfranco Beleggia

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti