facebook twitter rss

La Fermana di Destro è diventata
una macchina perfetta

SERIE D - La capolista sembra imbattibile, 1 solo gol subito in 10 partite ma nonostante il +6 in classifica occorre ancora attenzione: la prossima avversaria, Vastese, è la più in forma delle ultime quattro incontrate
Print Friendly, PDF & Email

Sciarpata dei tifosi gialloblù

FERMO – Il recupero contro il San Nicolò era molto temuto perché la squadra di Epifani è una di quelle che giocano meglio in questo campionato e capolista fino ad un mese fa. La lunga sosta forzata però ha fatto perdere il ritmo partita ai biancazzurri che sono parsi irriconoscibili e nel giro di mezz’ora sono stati letteralmente travolti (3-0) da una Fermana che invece aveva preparato nel migliore dei modi l’incontro, col senno di poi forse sopravvalutandone la difficoltà, ma meglio così per i canarini.

Sorprendente anche il pubblico (circa 800 spettatori) nonostante il giorno lavorativo e l’orario scomodo.

La squadra allenata da Flavio Destro sta migliorando ogni settimana e sta diventando un meccanismo perfetto in tutti i reparti, un gioco poco appariscente ma molto efficace e che trova finalizzazione nel terribile tridente d’attacco, con Petrucci e D’Angelo esterni e al centro Molinari o Cremona. I due laterali in modo particolare nelle ripartenze danno una marcia in più a tutta la squadra, sono loro che ieri hanno ottenuto i rigori, il secondo decisivo. Anche a Castelfidardo il penalty è stato procurato da D’Angelo.

Le difficoltà tattiche, di gioco e di tenuta atletica di inizio stagione sembrano un ricordo lontano. Merito di tutti, in primis di Destro che coordina squadra e staff tecnico-sanitario. Le partenze di Omiccioli, Marolda o Russo, subito criticate dai tifosi, sono ormai dimenticate. Quelle operazioni di mercato oggi si spiegano con l’intenzione di Destro di costruirsi una squadra su misura per le sue idee e il suo modo di lavorare.

Con il 7° gol (sarebbero 8 con quello a Chieti) Petrucci è il vicecannoniere dopo Molinari (8). Un rigore per il primo, due per l’argentino. Cremona sale a quota 5, D’Angelo a 3.

Per la Fermana 5° vittoria consecutiva e 13° in campionato, primo posto in classifica con 41 punti in 19 partite (esclusa quella annullata col Chieti), +6 dalla seconda (Vis Pesaro) e +10 dal San Nicolò ultimo nella griglia play off.
La compagine allenata da Flavio Destro dopo aver abbattuto propri tabù (come le vittorie mancanti contro la Civitanovese), sta mettendo a segno record: un solo gol preso nelle ultime dieci gare (dopo il 3-0 subito a Matelica) e zero gol subiti nelle ultime cinque; ultimo gol subito: 1-1 interno con la Sammaurese. 10 turni di imbattibilità.

I canarini allo stesso tempo disintegrano anche primati avversari: il San Nicolò non aveva mai perso fuori casa. Domenica prossima ci sono altri record che attendono i gialloblù: la Vastese (4° in classifica) non perde da 11 partite, ha il minor numero di sconfitte (2) e la miglior difesa del girone (13). Insomma, la prossima avversaria è la squadra più in forma delle ultime incontrate. Anche mister Destro ripete che i conti si fanno solo alla fine e mancano ancora 13 partite da giocare.

A Vasto stanno preparando partita e ambiente: per domenica hanno organizzato la “giornata biancorossa”.

Anche la locandina fa capire che domenica a Vasto l’ambiente sarà “caldo”.

I tifosi della Fermana stanno allestendo due pullman per Vasto, prenotazioni al Bar Primavera entro sabato mattina, costo 20 €. Dopo Vasto un’altra sosta forzata (era prevista la partita interna contro il Chieti), poi due trasferte consecutive a San Marino e Ascoli. La Fermana tornerà a giocare al “Recchioni” tra un mese: 26 febbraio contro l’Agnonese.

Paolo Bartolomei

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti