facebook twitter rss

Il 4 marzo a Montegranaro Consiglio comunale aperto sul calzaturiero

Print Friendly, PDF & Email

Si è tenuto ieri pomeriggio, nel palazzo comunale, un incontro preliminare tra la Giunta di Montegranaro, le associazioni di categoria e la Cgil in vista del Consiglio aperto sulla crisi del distretto calzaturiero.

Presenti il Sindaco Ediana Mancini, gli Assessori Endrio Ubaldi, Giacomo Beverati e Cristiana Strappa, il Presidente di Confindustria Fermo Giampietro Melchiorri, il Presidente della sezione Calzature di Confindustria Enrico Ciccola, il Segretario della Cgil Fermo Maurizio Di Cosmo, il Segretario dello SPI Guglielmo Malaspina, Luca Silenzi della Filctem Cgil, Simone Del Gatto e Luca Soricetti della Confartigianato, quest’ultimo in rappresentanza anche della Camera di Commercio di Fermo.

“Questo momento di confronto – ha spiegato il Sindaco – è necessario per condividere un percorso unitario in merito alle proposte da presentare in occasione del Consiglio aperto del 4 marzo, una data che abbiamo scelto per evitare sovrapposizioni con i vari appuntamenti fieristici.

Tengo a precisare che la seduta del Consiglio non sarà una passerella ma un vero momento di riflessione e di studio di una situazione drammatica. Come istituzione siamo molto preoccupati e riteniamo che non ci sia sufficiente attenzione da parte della politica nazionale e di quella regionale. In particolare, riteniamo che, ognuno nel proprio ruolo, sia fondamentale operare affinché il nostro distretto venga inserito tra quelli in crisi già sostenuti negli anni passati. Mai come in questo momento, infatti, c’è bisogno di una luce accesa ma soprattutto di risorse per aiutare le aziende in difficoltà. Contestualmente, stiamo collaborando con il Sindaco di Monte San Giusto ed altri per dare un approccio interprovinciale alla problematica, considerando che questo importante distretto insiste nel Fermano e nel Maceratese”.

“Altra questione da affrontare – ha aggiunto l’Assessore Beverati – è come tamponare la fine degli ammortizzatori sociali. Riteniamo che si possa e si debba ragionare su di un plafond consistente da parte di Regione e Stato, così come su contratti di solidarietà. Sul Made in Italy, altro tema cruciale, va fatta un’operazione seria ed efficace, da un punto di vista politico soprattutto a livello comunitario. Serve, inoltre, una forte spinta all’internazionalizzazione ed alla ricerca per l’innovazione di processo e di prodotto, così come un impegno concreto sull’infrastrutturazione delle reti”.

Piena condivisione è emersa da parte degli interlocutori presenti, con riflessioni sulla possibile rimozione di sanzioni alla Russia, sulle dinamiche dell’accesso al credito da parte delle aziende, sulla riduzione dei meccanismi burocratici, su un percorso di defiscalizzazione ed anche sul coinvolgimento di realtà come le Università, capaci di dare a questo progetto un respiro nazionale.

Dalla Giunta e dai principali attori dell’economia del Fermano è stato formulato anche un ringraziamento al Presidente della Provincia Moira Canigola per aver attivato un importante tavolo territoriale, nel quale il Consiglio aperto di Montegranaro si inserirà fornendo ulteriori spunti di riflessione e proposte.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti