facebook twitter rss

Identità unitaria per promuovere Umbria e Marche, successo per l’evento Marketing e Turismo

domenica 26 febbraio 2017 - Ore 11:41
Print Friendly, PDF & Email

L’evento Marketing e Turismo organizzato e promosso dall’Assessorato al Turismo di Porto Sant’Elpidio è per il nono anno consecutivo un’opportunità per tutti gli operatori del settore e non di accedere a formazione gratuita e ad una prospettiva professionale sulle opportunità e le criticità del turismo del nostro territorio.
L’iniziativa è stata costruita su due appuntamenti a Villa Baruchello: il primo quello di venerdì 24 febbraio, con il seminario formativo “Management e marketing delle imprese turistiche” a cura del Prof. Simone Splendiani, docente di economia e gestione delle imprese e di destination management presso l’Università degli Studi di Perugia. 
Un pomeriggio di formazione che ha ottenuto un ottimo feedback da parte di strutture ed operatori locali, che hanno voluto approfittare della possibilità di questo approfondimento per accrescere le loro professionalità.
Dopo un excursus sulle precedenti edizioni di Marketing e Turismo da parte dell’Assessore al Turismo di Porto Sant’Elpidio Milena Sebastiani, alla presenza del Sindaco di Porto Sant’Elpidio Nazareno Franchellucci che ha salutato i partecipanti con un breve intervento, Splendiani, ha fornito basilari nozioni sul concetto di marketing, si è soffermato su numerosi temi di gran rilevanza come: metodologie per accogliere la clientela, interpretare le impressioni dei turisti, segmentazione del target di riferimento con esempi sul territorio regionale, strategie per le aziende per la valorizzazione della propria attività con esempi concreti sulle realtà locali, ma anche come fronteggiare la ripresa post-sisma. Il suggerimento del docente è quello di affrontare il meno possibile l’argomento per diffondere tra i potenziali clienti il senso di sicurezza piuttosto che quello di allarme o pericolo, incentivandoli nuovamente a soggiornare nella nostra regione.
La tematica della ripresa a seguito del terremoto e delle emergenze che hanno colpito il centro Italia è stata occasione di dibattito anche nella seconda giornata di Marketing e Turismo nella mattinata di sabato 25.
Ad aprire l’incontro l’intervento dell’Assessore Sebastiani che ha brevemente illustrato i progetti sviluppati ed attualmente in corso come ad esempio: PSE Shopping tour per incentivare il turismo calzaturiero, i numerosi grandi eventi sportivi come il Triathlon o i Campionati Giovanili di Ciclismo che porteranno migliaia di atleti ed appassionati nelle strutture locali, ma anche iniziative riguardanti l’enogastronomia che da anni sostengono la tradizione culinaria locale come Vola il Menù e StoccoFest in tour.
“Come Amministrazione – ha spiegato la Sebastiani –  crediamo nell’offrire un momento di riflessione e formazione agli operatori. Quest’anno abbiamo deciso di fondere le energie di Marketing e Turismo con quelle di Mai così vicini, per sostenerci a vicenda e perché crediamo nella bontà dello stare insieme, così come Loredana Miconi, creatrice di Noi Marche, che ci accompagna in quest’avventura. Trovo che questo titolo sia più che mai significativo: l’iniziativa nasce infatti prima del terremoto, a seguito dell’incontro tra gli Assessorati dell’Umbria e di Porto Sant’Elpidio alla fiera enogastronomica Primi d’Italia a Foligno, per approfittare delle nuove opportunità createsi grazie alla velocità dei tempi di percorrenza Foligno-Civitanova Marche attraverso l’apertura della Strada Statale 77 della Val di Chienti. Alla luce degli eventi degli scorsi mesi Mai così vicini acquista nuovo senso”.
A seguire la parola va al Sindaco di Civitanova Marche Tommaso Claudio Corvatta che dopo un mea culpa per aver marcato i confini territoriali troppo a lungo, racconta di come da diversi anni la scelta sia quella di “fare sistema”, portando avanti un’offerta turistica diversa da quella di Porto Sant’Elpidio e dei comuni limitrofi, concentrandosi ad esempio su una forte programmazione di eventi di cultura e spettacolo o sul turismo volto a soddisfare i bisogni di chi presenta problemi di salute o disabilità.
Dello stesso avviso il Sindaco di Monte San Giusto Andrea Gentili il quale ribadisce la convinzione che il contributo di ogni comune con le sue peculiarità possa contribuire ad accrescere l’affluenza turistica nelle Marche e che sia necessario “fare rete” anche con l’Umbria e sfruttare il volano della SS77 per incentivare l’economia.
Hanno partecipato al convegno anche il Consigliere Regionale delle Marche Francesco Giacinti, l’Assessore al Turismo di Foligno Giovanni Patriarchi, il Presidente della Confcommercio Regionale Umbria nonché membro della Camera di Commercio di Perugia Aldo Amoni, la responsabile del progetto Noi Marche Loredana Miconi, il product manager di Living Italy Aldo Giustozzi.
L’obiettivo comune è quello di creare un’identità unitaria attraverso la quale promuovere sia il territorio Umbro che Marchigiano e attraverso la quale proporre degli itinerari unici per portare avanti un turismo nuovo ed esperienziale.
Gli interventi più attesi erano però quelli dei due Assessori Regionali al Turismo: per l’Umbria Fabio Paparelli e per le Marche Moreno Pieroni. «Le modalità di sviluppo delle nostre due regioni sono assimilabili. Credo che il prossimo step sia quello di pensare alla collaborazione con una terza regione del centro Italia, come ad esempio il Lazio o la Toscana per potersi affacciare a nuovi mercati come quello dei turisti Asiatici che scelgono il nostro Paese per soggiorni di più settimane e per i quali è necessario creare degli itinerari ad hoc» afferma Paparelli.
«Oggi più che mai è necessario lavorare in squadra, ma anche creare un nuovo modello di assistenza turistica, che si concentra sul digitale e sull’accessibilità, senza più essere centrata sul front office, che a sua volta si dovrà trasformare per proporre un’offerta di servizi più completa» continua l’Assessore orientando le sue argomentazioni su tematiche concrete e concludendo con l’augurio che si rafforzi sempre più la sinergia tra enti pubblici ed imprenditori.
Anche l’Assessore Marchigiano Pieroni si dice d’accordo sulla complementarietà di Marche ed Umbria: «Sono due regioni consorelle ed omogenee sotto diversi punti di vista. Differente a mio parere la valutazione per la Toscana».
Pieroni si dice convinto che la migliore opzione per i nostri territori per far risalire le presenze turistiche sia la collaborazione tra tutti creando un gruppo di lavoro che sia subito operativo ed evitando “fughe in avanti” perché «questo è l’anno fondamentale per la ripresa. Se nel 2017 non recuperiamo la fetta di visitatori persa sarà ancora più difficile farlo in futuro. Per questo motivo bisogna raddoppiare l’impegno nell’immediato e risollevare il turismo, perché il turismo sarà il futuro».
A chiudere il convegno di nuovo la Sebastiani che si dice orgogliosa che proprio da Porto Sant’Elpidio sia partito questo nuovo progetto e che da alcune anticipazioni su iniziative in cantiere: un “Umbria Day” nel mese di maggio per coccolare i vicini di regione, un appuntamento con lo Chef Gianfranco Vissani e la partecipazione di Porto Sant’Elpidio con un villaggio autonomo per i primi di pesce a “Primi d’Italia” a Foligno.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X