facebook twitter rss

Folgore Veregra sconfitta di misura
in casa della capolista Sangiustese

ECCELLENZA - I rossoblù battono 2 a 1 il fanalino di coda a Villa San Filippo. Minella e Tascini in gol, accorcia Moroni nel finale. Per i fermani una sconfitta dai contorni assolutamente dignitosi, in rotta con il recente passato
domenica 26 febbraio 2017 - Ore 20:08
Print Friendly, PDF & Email

La Folgore Veregra esce a testa alta dalla tana dei rossoblù maceratesi

MONTE SAN GIUSTO (MC) – E’ del tutto paradossale festeggiare una sconfitta ma, alla luce del recente passato caratterizzato da pesanti passivi anche al cospetto di formazioni in lotta per la salvezza, la debacle odierna in casa della corazzata Sangiustese assume i contorni della piena dignità sportiva.

IL TABELLINO

SANGIUSTESE 2 (4-3-3): Chiodini; Falanga, Capparuccia (5’ st Morbiducci), Natalini, De Reggi; Proesmans, Massei, Francia; Miani (5’ st Cerbone), Tascini (35’ st Conti), Minella. A  disposizione: Forconesi, Calamita, Iommi, Badiali. All. Cudini

FOLGORE VEREGRA 1 (4-4-2): Fall; Albano, B. Sako, O. Sako, Pierbattista; Moroni, Sodano (7’ pt Tomaj), Facci, Pistoletti; Sagna (19’ st Diallo), Vadalà (31’ st Caco). All. Oddi

ARBITRO: Enrico Eremitaggio di Ancona; Feliziani di San Benedetto del Tronto e Kamberaj di Ancona

RETI: 16’ pt Minella, 30’ pt Tascini, 40’ st Moroni

NOTE: Ammonito Albano, spettatori 300 circa

LA CRONACA

Ampie rotazioni per il tecnico di casa, l’ex prof Mirko Cudini, che al cospetto del fanalino di coda del girone, ancora fermo a zero punti, ne approfitta per mandare in campo qualche cosi detta seconda linea. A riposo totale dunque Calamita, Iommi e Badiali. A rendere certo l’esito ampiamente prevedibile della vigilia ci hanno pensato Minella e Tascini, prima della rete finale gialloblù griffata da Moroni

Il primo gol è giunto risolvendo una mischia sotto misura, il raddoppio grazie ad uno sfondo mancino capitalizzato a centro area e, a ridosso dei titoli di coda, ecco le distanze dimezzate da parte del giovane collettivo da poco in mano ad Emidio Oddi, che nella circostanza ha speculato su una sbavatura difensiva locale.

Ai fini di classifica la sconfitta conferma il passo negativo e costante intrapreso con l’avvio della sciagurata stagione folgorina ma, nei contorni, quello di oggi è comunque un risultato che lascia presagire, dal punto di vista delle prestazioni sul campo, un saluto alla categoria meno amaro di quanto fino ad oggi vissuto dalla rosa completamente under affidata da due turni di campionato al tecnico ex Roma. Almeno questo è il nostro auspicio.

Paolo Gaudenzi


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X