facebook twitter rss

Poderosa in versione blitz
contro Amatori Pescara

SERIE B - Paesano, Broglia e Gueye i pilastri di coach Ceccarelli nel mettere a segno l'impresa corsara in terra abruzzese. Consolidato il primato di classifica, ed ora testa e gambe per la Coppa Italia
lunedì 27 febbraio 2017 - Ore 01:58
Print Friendly, PDF & Email

PESCARA – Più forte delle scintille dei giorni scorsi, più forte di una serata non proprio brillante al tiro, più forte di una orgogliosa Amatori. La Poderosa sbanca Pescara soffrendo fino all’ultimo tiro, quello per la potenziale vittoria dei padroni di casa fallito da Pepe, e si prepara alla trasferta di Ozzano dell’Emilia per i quarti di Coppa Italia contro la Co.Mark Bergamo (venerdì ore 20.45) con una bella iniezione di fiducia.

IL TABELLINO

AMATORI PESCARA 58: Pelliccione 10, Pepe 20, Rajola 10, Battaglia 6, Grosso 2, Guerra, Bini 5, Capitanelli 4, Del Sole, Tagliamonte. All: Salvemini

XL EXTRALIGHT PODEROSA MONTEGRANARO 60: Dip, Paesano 14, Rivali 2, Bedetti, Broglia 12, Callara, Rizzitiello 4, Di Viccaro 4, Gueye 15, Diomede 7. All: Ceccarelli.

ARBITRI: Claudio Borrelli di Cercola (NA) e Nicola Tammaro di Giffoni Valle Piana (SA)

PARZIALI: 11 – 13, 20 – 14, 12 – 22, 15 – 11

LA CRONACA

Partita di grande sostanza da parte della formazione di coach Ceccarelli, penalizzata dalle brutte percentuali ma solida prima di tutto mentalmente per lottare colpo su colpo in una partita dall’intensità da playoff. Tre i grandi protagonisti del successo veregrense al Pala Elettra: un pimpante Paesano, che nella giornata-no di Dip sfodera una performance da 14 punti con 7/8 al tiro e tanta energia; un principesco Broglia, solita arma totale per scardinare il fortino pescarese (12 punti, 8 rimbalzi, 5 assist); ma soprattutto uno straordinario Gueye, che mette la museruola a Pepe (20 punti ma 7/19 dal campo) e lancia l’attacco gialloblù a suon di triple (ben cinque);

È proprio la guardia ex Jesi a lanciare con due triple l’ottimo avvio della Poderosa, che scatta dai blocchi sul 7-13 dopo soli 4’. Coach Salvemini si gioca subito la carta della zona 2-3, che disorienta i gialloblù tenendoli all’asciutto per oltre 6’. L’Amatori, però, non è che faccia molto meglio, almeno fin quando Pepe non accende i reattori nel secondo quarto: sono due suoi canestri a metà secondo quarto a spingere Pescara nel parziale di 8-0 che fa mettere la freccia agli abruzzesi (27-23 al 16’). La XL Extralight, tutto sommato, costruisce anche buoni tiri contro la spigolosa difesa dei padroni di casa, ma fa una fatica tremenda a trovare il fondo della retina. Così, nel terzo periodo Pescara prova addirittura la spallata: una tripla di Battaglia spinge sott’acqua una Poderosa in palese difficoltà (36-27 al 22’), ma proprio nel momento di massima difficoltà i veregrensi si ritrovano.

Quando cuore, lucidità e nervi saldi sono sorretti da ottime percentuali, la Poderosa diventa irresistibile: risultato è un break di 7-25 che trasportano quel +9 dalla parte dei veregrensi (43-52 al 31’). Fatta? Neanche per sogno. Pepe e Bini rimettono in carreggiata l’Amatori e la tensione sale alle stelle nei minuti finali, con gli attacchi paralizzati da contatti ruvidi e paura di sbagliare. Due liberi di un Broglia glaciale sono ossigeno in vista del rush finale (58-60 a 1’07” dalla sirena) e con Pescara a pasticciare in attacco, i marchigiani si ritrovano in mano l’occasione di chiudere i conti o quasi. Il colpo della staffa lo prova Diomede, che va corto col tiro in faccia a Bini dal mezzo angolo, e allora è Pepe a giocarsi l’azione che vale l’intera posta: il capocannoniere del campionato punta Gueye, che però gli oscura la vallata e lo costringe ad un tiro dall’altissimo coefficiente di difficoltà: la preghiera del bomber pescarese non viene accolta, la vittoria veregrense, sudata ma voluta e meritata, si fa vera. Pescara scivola al quarto posto a -10 dalla XL Extralight, la quale invece consolida la prima piazza con 6 lunghezze di vantaggio su Bisceglie.

LE DICHIARAZIONI

Queste le parole di coach Ceccarelli a fine partita: “Credo che la vera risposta alla brutta prova di Matera sia stata quella di stasera. In attacco, nonostante quello che dice il tabellino, abbiamo giocato una delle migliori partite della nostra stagione come qualità di gioco: extra pass, passaggi al momento giusto, tiri aperti che purtroppo nella prima parte di gara non sono entrati. Una squadra con poco carattere, sotto all’intervallo e a -9 nel terzo periodo su un parquet caldo come questo avrebbe mollato. E invece questi ragazzi hanno dimostrato ancora una volta di che pasta sono fatti, mettendo in campo una difesa praticamente perfetta, al netto di un paio di errori che nell’arco dei 40’ ci possono stare. È una vittoria bellissima, perché vincere qua contro una squadra come Pescara, pur priva di Di Donato, non è da tutti. Menziono due giocatori oggi: Gueye ha fatto vedere perché vale un’altra categoria sia in attacco che in difesa ma soprattutto a livello di leadership; Paesano, invece, ha dimostrato di essere un giocatore importantissimo per questa categoria. Ringrazio i tifosi che ci hanno seguito oggi nonostante tutto e spero che ci saranno anche venerdì ad Ozzano. Abbiamo cinque giorni per recuperare e prepararci ad affrontare una squadra, Bergamo, che ha probabilmente il miglior roster dell’intera serie B. Noi pensiamo di potercela giocare con tutti, per cui andremo a fare la nostra partita, pur sapendo di partire da sfavoriti”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X