facebook twitter rss

Tipicità, la Cna tra aziende
terremotate e celiaci

FERMO - I celiaci nelle Marche sono più di 3.300. Il corso si terrà sabato alle 15,30. Formazione il 21 marzo allo chalet Duilio di Fabio Iobbi. In fiera spazio alle aziende delle zone colpite dal sisma. Dalla Cna: "Come sempre portiamo in fiera le nostre aziende associate, tra le eccellenze produttive del territorio fermano – maceratese"
giovedì 2 marzo 2017 - Ore 14:08
Print Friendly, PDF & Email

Paolo Silenzi

“Siamo orgogliosi di prendere parte anche quest’anno a Tipicità, in occasione di un anniversario importante come quello della 25esima edizione. Il settore agroalimentare per la nostra associazione rappresenta un comparto strategico al quale, soprattutto in questi difficili mesi post sisma, Cna rivolge particolare attenzione”. Così il presidente provinciale Cna Paolo Silenzi e il presidente provinciale Cna Alimentare,Giuseppe Mannocchi alla vigilia dell’apertura dell’edizione 2017 di Tipicità, in programma dal 4 al 6 marzo prossimi al Fermo Forum.
“La Cna, come sempre – fanno sapere dall’associazione di categoria – porta in fiera le sue aziende associate, tra le eccellenze produttive del territorio fermano – maceratese: il birrificio Mukkeller, l’azienda vitivinicola Poderi dei Colli, l’azienda di prodotti tipici Antica Gastronomia, la cantina Colli Ripani, il Caseificio Il Faro, il Molino Agostini e il calzaturificio Musa Lavorazioni. Inoltre, grazie alla collaborazione con la Camera di Commercio di Fermo, negli spazi riservati all’ente saranno esposti numerosi prodotti, dalla pelletteria alla cosmetica fino alla lavorazione del legno, che arrivano dalle zone colpite dai recenti sismi di agosto e ottobre. Importante novità quest’anno: sabato 4 marzo, alle 15,30, nell’Accademia di Tipicità, nell’ambito dello showcooking “Lo street food del benessere” organizzato dal Comune di Porto San Giorgio, in collaborazione con Aic  Marche e Cna Provinciale di Fermo, l’associazione di categoria presenterà il corso “Manipolazione Alimenti Gluten Free”.
“Secondo i dati forniti dall’Associazione Italiana Celiachia Marche – riferisce Mannocchi – nel 2015 erano 3381 i celiaci nelle Marche e 15.000 quelli attesi, visto che la prevalenza è di 1 a 100. Si tratta di una forma di intolleranza che può riguardare persone di tutte le età, per questo abbiamo organizzato il corso dedicato alla manipolazione di alimenti senza glutine rivolto agli operatori del settore alimentare. Infatti per il celiaco è importante avere la possibilità di mangiare anche fuori casa cibi senza glutine e senza contaminazione”. La giornata di formazione si terrà il prossimo 21 marzo, alle 9,30, allo chalet Duilio a Porto San Giorgio (Lungomare Gramsci Sud) e sarà composta da una parte teorica e una pratica, grazie alla collaborazione con Aic Marche Onlus e lo chef Fabio Iobbi dello chalet Duilio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X