facebook twitter rss

Futura 96 – Montefano in parità,
a vincere è il direttore di gara

PROMOZIONE - Gli ospiti salgono sull'ultimo traghetto e trovano il pari a sei minuti dalla fine. Un punto amaro per i locali che si vedono soffiare via i tre punti non senza qualche recriminazione
domenica 5 marzo 2017 - Ore 19:45
Print Friendly, PDF & Email

Le squadre al fischio d’inizio

CAPODARCO DI FERMO – Settima giornata di ritorno nel Campionato di Promozione girone B che offre la delicatissima sfida fra Futura 96 e Montefano. I padroni di casa azzeccano la partita, mettendo in campo un buon gioco e dimostrando di avere grinta e cuore. Tuttavia questo non basta perché nel finale Menghini timbra il pari che permette ai maceratesi di restare a ridosso della quarta posizione. Questo nome porta male alla Futura, infatti due mesi fa, sempre al Postacchini, un altro Menghini, quello dell’Aurora Treia, firmò con un eurogol il 2-2 finale. Gara molto calda sia sugli spalti che in campo. Le proteste sono tutte all’indirizzo del direttore di gara: 5 gialli e due rossi per i rossoblù e nessun provvedimento disciplinare per i viola di mister Fondati. Dopo il caso del post gara col Monturano Campiglione, che decretò una pioggia di squalifiche per i calzaturieri, ecco che il Montefano sembra essere nuovamente protagonista in negativo. Il signor Santoro di Pesaro perde le redini dell’incontro utilizzando due pesi e due misure: gioco maschio dei locali punito puntualmente con il giallo e interventi duri e decisi degli ospiti solo redarguiti verbalmente.

IL TABELLINO

FUTURA 96  1 (4-3-3): Marziali; Verducci, Murazzo Antonio, Smerilli, Mannozzi; Conte, Bartolini, Capiato; Bracciotti (34′ st Pelliccetti), Achilli (43′ st Cicchine), Giuliani (20′ st Spinozzi Manuele). A disposizione: Mureni, Spinozzi Alessandro, Vitellozzi, Luccerini. All. Maurizio Di Clemente

MONTEFANO 1 (4-2-3-1): Piergiacomi; Cesari, Moschetta, Donati, Camilletti; Rossini, Bonifazi; Palmucci, Borioni (23′ st Menghini), Bonacci; Aquino. A disposizione: Laconi, Gioampieri, Lorenzetti, Camilloni, Canesin, Cammertoni. All. Fondati

RETI: 44′ pt Verducci, 38′ st Menghini

ARBITRO: Davide Santoro di Pesaro, Matteo Lorenzini di Macerata, Nicolò Raschiatore di San Benedetto del Tronto

NOTE: Ammoniti Bartolini, 38′ pt Verducci, Mannozzi, Murazzo Antonio, 48′ st Verducci; Espulsi al 38′ st Murazzo (rosso diretto), al 48′ st Verducci (somma di gialli); corner 3 – 4; recupero 0’+ 5′

LA CRONACA

Match molto delicato ai fini della classifica. I padroni di casa vogliono ridurre il gap dall’Atletico Piceno, mentre gli ospiti hanno bisogno dei tre punti per consolidare il terzo posto. Di Clemente sceglie il consueto 4-3-3 con Bracciotti e Giuliani a dar sostegno sulle fasce ad Achilli, terminale offensivo. I rossoblù debbono fare a meno di Bordoni squalificato, De Vita e Gianluca Murazzo entrambi infortunati. Gli ospiti rispondono con uno spregiudicato 4-2-3-1 con Palmucci, Borioni e Bonacci a supporto di Aquino. Parte meglio la Futura 96 per intensità e fluidità nella circolazione di palla, mentre i giocatori in casacca viola rimangono sornioni in attesa del momento giusto per ripartire in contropiede.

Alla mezzora i locali passano in vantaggio su un colpo di testa di Achilli, servito in area da Bracciotti, ma il direttore di gara ferma il gioco spiegando che l’attaccante rossoblù si sarebbe appoggiato sul difensore impedendogli di contrastarlo nello stacco aereo. Il forcing capodarchese continua e al 44′ su una palla ferma battuta dal solito Bartolini, Verducci insacca di testa. Nella ripresa i rossoblù puntano a gestire il possesso palla e a far scorrere il cronometro, vista l’importanza dei tre punti in palio. Di Clemente ordina di difendere in undici e di non schiacciarsi troppo verso la propria area, cercando di ferire nelle ripartenze guidate da Giuliani, Bracciotti e Mannozzi. Proprio quest’ultimo, Paolo Mannozzi, subisce l’ennesimo tackle duro di Menghini, che lo stende per fermare il contropiede. Il classe ’98 della Futura viene fatto uscire dal campo per permettere che gli vengano fatte le cure del caso, ma viene fatto rientrare con qualche minuto di ritardo nonostante ci fosse la possibilità visto il gioco fermo. Ad approfittarne sono proprio gli ospiti che sfruttano la superiorità numerica e sugli sviluppi di un corner confezionano il pari con la testa di Menghini. Questa situazione crea molto scompiglio in campo e fra le proteste generali a farne le spese è Antonio Murazzo che si vede sventolare in faccia il rosso dall’arbitro Santoro. Di Clemente sostituisce Achilli con Cicchinè per ridare solidità alla difesa, che però al 93′ perde anche Verducci per secondo giallo.

Pur andandogli stretto, la Futura con rabbia e cuore porta a casa un buon punto e continua ad alimentare le speranze salvezza. La prossima sfida al Comunale di Porto San Giorgio potrà essere decisiva. Il Montefano dopo i fatti di Monte Urano resta nell’occhio del ciclone. Ora non rimane che attendere il comunicato del Comitato Regionale sulla durata delle squalifiche dei giocatori della Futura.

Leonardo Nevischi


Fotogallery

L’esultanza dei locali al gol del vantaggio

La felicità di Verducci dopo il gol


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X