facebook twitter rss

La carica dei 240: i mototuristi di Transitalia Marathon arriveranno a Fermo

FERMO – La piazza del Popolo di Fermo sarà la tappa finale che manderà i titoli di coda della Transitalia Marathon edizione 2017. Sarà sabato 30 settembre 2017
giovedì 16 marzo 2017 - Ore 12:27
Print Friendly, PDF & Email
Trailer ufficiale Transitalia Marathon 2016

di Alessandro Giacopetti

Si chiama Transitalia Marathon ed è un appuntamento di livello internazionale per il mototurismo. Inserito nel calendario della Federazione Motociclistica Italiana per il segmento Turismo non competitivo, attraverserà varie regioni, facendo percorrere ai partecipanti quasi 900 chilometri su un percorso che partirà da Rimini e arriverà a Fermo, dove si svolgerà la cerimonia conclusiva. Nel concreto mercoledì 27 settembre alle 10 verranno formalizzate le iscrizioni presso il Village in Piazzale Fellini a Rimini con consegna al partecipante di maglietta, bracciale, gadget, tabella di marcia e road book. Quindi ci sarà la verifica traccia GPS, omologazione casco e verifica moto. Alle 18:30 briefing presso la sala Convegni in Piazzale Fellini e alle 20 inizierà la cerimonia di apertura dell’evento con una cena. Il giorno successivo giovedì 28 settembre alle 8:30 partirà la prima tappa da Rimini a Passignano sul Trasimeno (PG) in gruppi da 3. Stessa ora di partenza per la seconda tappa venerdì 29 settembre da Passignano sul Trasimeno a Leonessa (RI). La terza e ultima tappa, è prevista sabato 30 settembre e arriverà a Fermo dopo la partenza delle ore 9 da Leonessa (RI). L’arrivo dei partecipanti è previsto tra le 17 e le 19 a Fermo.
Tra gli iscritti ci sono appartenenti ai gruppi Club Teneré Italia, 23$, Eagle Cross Team, GS Europe Team, Folle Piena, Valle on Tour Team, MTR Tour, MC Africa Twin, Enduro Fun, Amici di Maranello, I Frankis, GS Spirit.

Pietro Vitale, ex pilota motorallysta e responsabile della comunicazione dell’evento ha ricordato che: “era considerata negli anni ‘80 la Parigi-Dakar italiana e alcuni piloti la facevano per allenarsi proprio in vista della grande classica internazionale. La scelta di Fermo nasce tre anni fa in occasione di un altro appuntamento sul mototurismo fatto proprio nel capoluogo dove ho conosciuto Mirko Urbinati il cui obiettivo era riproporre la stessa manifestazione con scopo prettamente turistico in moto. L’edizione 2017, quindi, avrà 240 partenti da 13 nazioni, In tutto saremo circa 300 persone tra partecipanti e organizzatori”.
Fabrizio Romanelli, del gruppo Motociclisti pistaMunno ha precisato che “Le moto partecipanti sono abbastanza pesanti, quindi, cerchiamo strade secondarie, che non siano in vero e proprio fuoristrada, aperte alla viabilità ma poco conosciute e molto panoramiche”.
“Dopo la Tirreno Adriatico, lasciamo le biciclette e ci mettiamo in sella alle moto – ha esordito Francesco Trasatti, assessore al Turismo – aggiungendo che “forse mai come in questo momento stiamo abbracciando il turismo a 360 gradi in modo integrato. Questo appuntamento prosegue nel filone del Rubens in mostra a Milano, dell’ingresso di torre di Palme tra i Borghi più belli d’Italia, di Easy Driver a Fermo, e altri appuntamenti”.
Alberto Scarfini, assessore comunale allo Sport ha ricordato che “ancora una volta lo sport aiuta il turismo in città, con la presenza di moto e motociclisti che hanno fatto la storia della Parigi Dakar. Grazie agli organizzatori per aver scelto Fermo. Dal recente passaggio della Millemiglia alla Transitalia Marathon dimostriamo che i motori fanno parte della tradizione sportiva di Fermo, a partire dallo storico pilota Agostini che veniva a correre e allenarsi nel percorso murario attorno al capoluogo, come molti tra i meno giovani ricorderanno”.
Mauro Torresi, assessore al Commercio ha parlato della “continua richiesta del salotto buono della città da parte di persone che vogliono organizzare appuntamenti, cosa che ci rende orgogliosi. Le richieste riguardano anche le periferie come Capodarco, Torre di Palme e Lido di Fermo. I piloti, al loro arrivo a Fermo saranno ricevuti dai figuranti in costume della Cavalcata dell’Assunta che oltre a partecipare alla cena con prodotti tipici locali in abiti storici, organizzeranno anche uno spettacolo con tamburini e sbandieratori”.
L’edizione dello scorso anno è riassunta in un film che ufficialmente uscirà tra un mese, ma è già sintetizzato in un trailer che è stato mostrato durante la conferenza stampa di presentazione di oggi presso la sala Rollina del Teatro dell’Aquila. Anche per l’edizione 2017 è in programma la realizzazione di un analogo filmato.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X