facebook twitter rss

Campobasso – Fermana:
i commenti dopo lo 0 a 0

SALA STAMPA - Le analisi dei protagonisti sul pareggio del Selvapiana. Destro, il collega locale Silva ed il centrocampista Misin concordano sul risultato. Stima reciproca tra i due allenatori, legati da precedenti esperienze sportive e non
domenica 26 marzo 2017 - Ore 21:51
Print Friendly, PDF & Email

Il tecnico della Fermana Flavio Destro

CAMPOBASSO – Dallo Stadio Nuovo Romagnoli ecco le considerazioni fatte subito dopo il pareggio a reti inviolate: il primo a parlare è il mister canarino Flavio Destro che, pur non essendo solito a trovare alibi e giustificazioni, sottolinea le difficoltà odierne.

“Non voglio elencare delle scuse all’esito di oggi, peraltro non ingiusto: nel primo tempo noi ci siamo mostrati più grintosi mentre abbiamo subìto di più nel secondo. Ma il campo non era certo buono, e su un terreno così irregolare si rimbalzava male tanto da aver visto i miei giocatori soffrirne. Inoltre siamo partiti già privi di elementi importanti (tra questi Andrea Petrucci), alcuni dei quali avevo preventivato in formazione fino a ieri (vedi Edoardo Ferrante bloccato al polpaccio nell’allenamento di venerdì). Aggiungiamo a questi degli infortuni durante la gara (primo fra tutti Pippo Forò, che pare abbia avuto uno stiramento e a seguire Salvatore Margarita) ed ecco che i novanta minuti di oggi acquistano un senso ed anzi sono da valutare positivamente, viste le indesiderate defalliances”. Conclude facendo un po’ di nomi: “Devo dire bravo a Mattia Valentini per l’intervento sul pericolosissimo tiro dell’avversario nel secondo tempo e mi dispiace aver dovuto sostituire Massimo D’Angelo perché dopo l’ammonizione ricevuta si stava innervosendo, anche un po’ a ragione, avvertendo la pesantezza delle decisioni arbitrali tutte a suo sfavore. Un plauso a tutti gli altri ragazzi per il modo in cui hanno sostenuto il match, compreso Stefano Mandorino (per di più a freddo, visto l’inaspettato infortunio di Forò), oggi al rientro dopo un lungo periodo di inattività”.

Massimo Silva, da poche settimane allenatore del Campobasso

Di simile calibro la risposta del collega Massimo Silva, tecnico del Campobasso, che con estrema spontaneità coglie l’occasione per rinnovare la stima, peraltro reciproca, verso Destro: “Con Flavio non siamo legati solo dalla stessa città (Ascoli Piceno), ma tra noi vi è un’amicizia fraterna: per questo posso solo augurargli di mantenere la meritata posizione in classifica”. Sulla gara commenta: “Devo fare un plauso ai miei ragazzi che nel secondo tempo hanno sfoderato la grinta di cui sono capaci, dimostrandosi bravi a contenere gli avversari, che si erano mostrati più fisici nei primi novanta minuti. Hanno tenuto a bada anche l’entrata in campo di un fuoriclasse come Cremona, che ho trovato in formissima e, in un certo senso, questo li ha fatti reagire”.

Sorride sulla sua espulsione dal campo e con serenità spiega come è andata:”Ho reagito ad una decisione arbitrale con cui ero in disaccordo con troppo calore, direi che per un attimo mi sono ritrovato giocatore e non allenatore ed ho risposto come se mi sentissi giovane e forte come un tempo  – e sorride aggiungendo – ma anche il direttore di gara ha capito il mio spirito sanguigno e per questo spero non mi punisca severamente lasciandomi lontano dalla mia panchina”.

Il centrocampista canarino Alex Misin

Ultimo a prendere la parola è il canarino Alex Misin: “Oggi il punto del pareggio ha un grande valore, visti gli infortuni dei miei compagni. Lo portiamo a casa con onore, ricordando sempre che mancano ancora sei partite, o meglio sei vere e proprie battaglie, e dobbiamo spendere tutto ciò che abbiamo se non vogliamo vanificare quanto fatto finora da un gruppo unito e incline al sacrificio come il nostro”. Conclude il centrocampista : “Questo pareggio non ferma la nostra corsa, che però è ancora tutta da terminare, e per raggiungere il traguardo siamo pronti a lavorare ancora molto”.

 Silvia Remoli

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X